Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Interventi di sostegno alla genitorialità in condizioni di rischio depressivo e psicosociale

Nella mia tesi mi sono occupata di alcuni interventi pre e post-partum di assistenza domiciliare alle neo mamme ed ai loro bambini. L'home visiting è un intervento di prevenzione e tutela della relazione affettiva e della salute del bambino e della sua mamma. In particolare, ho focalizzando l’attenzione sui due fattori di rischio, la depressione post partum ed il rischio psicosociale illustrando nei dettagli il progetto romano del prof. Ammaniti che si annovera tra i primi condotti in Italia.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I Le dinamiche psicologiche della genitorialità “La nascita di una madre non ha luogo in un momento specifico, ben definito nel tempo e carico di drammaticità, ma emerge gradualmente dal lavoro che si è andato cumulando nei molti mesi precedenti e successivi all’effettiva nascita del bambino” (Stern, 1999, p. 3). 1. La genitorialità: un’introduzione Nel momento dell’attesa e poi alla nascita di un bambino, la coppia sperimenta potenti emozioni, gioia ma anche ansie e paure, ed inizia a capire che “fare il genitore è il mestiere più difficile di questo mondo”. Da diverse generazioni questa frase è trasmessa come monito, ma anche come principio educativo per indicare come sia necessaria tanta attenzione e tanta pazienza per poter curare ed educare i propri figli. Infatti, nessuno insegna ai membri della coppia, al momento in cui accedono per la prima volta al ruolo di genitori, come organizzare ed affrontare tutte quelle situazioni, che li vedono protagonisti nell’incontro con l’altro diverso da sé eppure parte di sé: il figlio. Nel libro“Un genitore quasi perfetto” Bettelheim (1987) cerca di fornire alcuni spunti per la riflessione sull’esperienza genitoriale, con lo scopo di evidenziare come l’accanimento nel voler raggiungere la perfezione sia forviante: … “non bisogna cercare di essere dei genitori perfetti, né tanto meno aspettarsi che lo siano, o che lo diventino, i figli. La perfezione non è alla portata del normale essere umano…. E’ invece alla portata di tutti essere genitori passabili, vale a dire genitori che educano bene i figli” (ibidem, p. 9). Il mestiere di genitori, dunque, si apprende in modo implicito attraverso le esperienze. Durante il ciclo di vita, la coppia si trova ad affrontare una fase critica normativa la “transition to parenthood” (Tafà et al., 2000): con questo concetto si fa riferimento alle dinamiche psichiche e alle riorganizzazioni relazionali, che avvengono quando 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Caterina Allevato Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6435 click dal 19/03/2009.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.