Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fantastico landolfiano. Fuga e ritorno alla casa come viaggio di iniziazione nella Pietra lunare di Tommaso Landolfi.

La mia tesi si occupa della particolare posizione che Tommaso Landolfi ricopre all'interno del panorama della letteratura italiana contemporanea. In particolare ho analizzato il suo primo romanzo, La pietra lunare, che è forse il più rappresentativo di tutta la sua produzione.
Nel primo capitolo ho introdotto la figura di Tommaso Landolfi collocandolo nel suo periodo storico, menzionando i suoi studi e i suoi esordi letterari. Inoltre, in questo capitolo ho analizzato la personalità controversa dello scrittore ed i temi ricorrenti nelle sue opere, sottolineando soprattutto quelli del gioco e della persistente presenza dell'animale nei suoi testi.
Nel secondo capitolo ho esplorato il tema della casa, che è considerato la prima radice della poetica di Landolfi, un punto di partenza imprescindibile ed una persistente fonte di ispirazione, da lui mai dimenticato.
In più ho rilevato alcune differenze tra le accezioni positive attribuite al termine casa durante la prima fase della sua produzione letteraria, e le accezioni negative del termine durante l'ultima fase della sua produzione letteraria.
Nel terzo capitolo ho discusso della letteratura fantastica. Iniziando dalla definizione del fantastico elaborata da Todorov, che è considerato il maggior teorico del genere, ho rilevato che il fantastico è l'elemento predominante nelle opere landolfiane.
Nel quarto capitolo ho analizzato La pietra lunare, un romanzo sul "nostos" di un personaggio di nome Giovancarlo, che può essere visto come un alter ego di Landolfi, che torna al suo paese natale per le vacanze estive ed incontra un'ambigua figura femminile dai piedi caprini, solo a lui visibili, Gurù, che lo conduce alla scoperta gli aspetti più nascosti della realtà ed il suo sostrato magico e legendario.
In conclusione, da questo studio, ho rilevato che la peculiarità introdotta da Landolfi nella letteratura fantastica è da ritrovarsi nella preziosità del suo stile, diverso da qualsiasi altro, che lo eleva dal resto degli scrittori italiani contemporanei.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 ABSTRACT. My thesis deals with the particular position that Tommaso Landolfi hold in the survey of Italian contemporary literature. In particular, I have analysed his first novel, La pietra lunare, which is perhaps the most representative among all of his literary production. In the first chapter I have introduced the figure of Tommaso Landolfi by setting him in his historical background, by mentionig, his studies and his literary beginning. Moreover, in this chapter I have dwelled upon the controversial personality of the writer and the recurring themes in his works, stressing especially those of the “gambling” and of the persistent presence of the “animal” in his texts. In the second chapter I have explored the theme of “home”, which is considered as the first root of the poetic of Landolfi, an indispensable starting point, and a persistent source of inspiration, never forgotten by him. Even so, I have discovered some differences between the postive meanings attributed to the term “home” during the first phase of his literary production, and the negative meanings attributed to the term during the last phase of his

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Loriana Di Martino Contatta »

Composta da 63 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1958 click dal 24/03/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.