Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee)

In questo lavoro verranno affrontati i problemi relativi all’ambiente in relazione allo sviluppo della civiltà umana odierna. Verrà poi illustrata la parte finale della vita di un bene durevole, per quest’ultimo si intende un prodotto della nostra tecnologia che viene utilizzato per anni. Ci si riferisce alla pila dei giocattoli o del rasoio, ad un frigorifero, ad un computer, ad una stampante, ad un televisore, ad un walkman, fino ad arrivare alla semplice lampadina ed a tanti altri prodotti Hi-Tech. Non esiste settore, dalla medicina all’industria, dai servizi all’educazione, dalla finanza al turismo, in cui non siano presenti questi prodotti. Per chiunque nel mondo industrializzato è impensabile essere privi di email, cellulare, collegamento ad internet, portatile e luce artificiale. Il settore dei prodotti elettrici ed elettronici, ormai, è consapevole che per lungo tempo ha ignorato i milioni di tonnellate di rifiuti elettronici causando danni ecologici rilevanti. Inoltre, nel mercato odierno, il costante progresso scientifico e tecnologico determina un life cycle dei prodotti in questione sempre più breve, arrivando a una media di utilizzo di tre anni; ciò comporta in prospettiva una montagna di spazzatura elettronica. Nella prima parte, dove verrà inquadrato il tema in generale, ci occuperemo delle relazioni che intercorrono tra il sistema economico globale e ecosistema a livello generale, introducendo i concetti base e definendo i temi del problema. Nella seconda parte parleremo invece di come la coscienza ambientale sia cambiata negli attori industriali e vedremo come i diversi approcci di industrializzazione possano garantire, sia in positivo che in negativo, un sano sviluppo sostenibile. Nella terza parte che, rappresenta il fulcro del lavoro, entreremo nel mondo dei rifiuti Raee cercando di capire come questi possano essere riciclati, in modo che siano una risorsa per l’intera collettività e non un ingombrante rifiuto da lasciare in discarica.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione. In questo lavoro verranno affrontati i problemi relativi all’ambiente in relazione allo sviluppo della civiltà umana odierna. Verrà poi illustrata la parte finale della vita di un bene durevole, per quest’ultimo si intende un prodotto della nostra tecnologia che viene utilizzato per anni. Ci si riferisce alla pila dei giocattoli o del rasoio, ad un frigorifero, ad un computer, ad una stampante, ad un televisore, ad un walkman, fino ad arrivare alla semplice lampadina ed a tanti altri prodotti Hi-Tech. Non esiste settore, dalla medicina all’industria, dai servizi all’educazione, dalla finanza al turismo, in cui non siano presenti questi prodotti. Per chiunque nel mondo industrializzato è impensabile essere privi di email, cellulare, collegamento ad internet, portatile e luce artificiale. Il settore dei prodotti elettrici ed elettronici, ormai, è consapevole che per lungo tempo ha ignorato i milioni di tonnellate di rifiuti elettronici causando danni ecologici rilevanti. Inoltre, nel mercato odierno, il costante progresso scientifico e tecnologico determina un life cycle dei prodotti in questione sempre più breve, arrivando a una media di utilizzo di tre anni; ciò comporta in prospettiva una montagna di spazzatura elettronica. Nella prima parte, dove verrà inquadrato il tema in generale, ci occuperemo delle relazioni che intercorrono tra il sistema economico globale e ecosistema a livello generale, introducendo i concetti base e definendo i temi del problema. Nella seconda parte parleremo invece di come la coscienza ambientale sia cambiata negli attori industriali e vedremo come i diversi approcci di industrializzazione possano garantire, sia in positivo che in negativo, un sano sviluppo sostenibile. Nella terza

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Alphonse De Luca Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2410 click dal 15/04/2009.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.