Skip to content

L'edilizia residenziale di Alba Pompeia. Studio delle evidenze archeologiche e metodologia per una proposta di Virtual archaeology.

Informazioni tesi

  Autore: Luca Porru
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia del patrimonio archeologico e storico-artistico
  Relatore: Diego Elia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 241

La VA è ormai da anni presente nel mondo dell’archeologia in quanto strumento di verifica e di rappresentazione dei risultati della ricerca. Da questa tecnica “ricostruttiva” nascono due tipologie di opere: una a supporto della verifica scientifica e l’altra per la realizzazione di opere a carattere divulgativo. Il punto di partenza di queste ricostruzioni è chiaramente la valutazione scientifica dei dati a disposizione, la loro interpretazione, il loro inquadramento in un insieme finito, che non esiste più e che quindi è inconoscibile sperimentalmente.
Tuttavia questa necessaria metodologia puntuale e scientifica non è sempre seguita nei progetti di VA realizzati, sia per carenza di dati disponibili sia per mancanza delle dovute conoscenze in materia archeologica da parte di chi realizza il modello, o ancora più spesso per la necessità di costruire in tempi brevi il prodotto multimediale, puntando esclusivamente sulle indubbie potenzialità visive e spettacolari della nuova tecnologia.
In questo progetto ho cercato di raggiungere due obbiettivi: uno a carattere più tradizionale, di studio dell’edilizia residenziale di Alba Pompeia; il secondo obbiettivo è quello tecnologico, con la predisposizione di una metodologia puntuale utile alla ricostruzione tridimensionale dell’ambiente B della domus di via Acqui, la quale ha restituito uno dei più importanti reperti di decorazione parietale d’area cisalpina.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Nel corso della mia formazione universitaria sovente ho visionato spettacolari ricostruzioni tridimensionali di resti archeologici; il fascino di questi lavori e la possibilità di veder risplendere di marmo gli edifici dell’antica Roma, mi hanno spinto a cercare ulteriori informazioni riguardanti una nuova tecnologia applicata ai beni culturali, la virtual archaeology. Si fronteggia con questa tecnologia un metodo completamente nuovo e certamente non privo di complicazioni. In una ricostruzione, infatti, si è costretti a sbilanciarsi, anche quando non si ha una base di dati sufficiente. Quando si lavora sulle sole piante non ci si accorge di alcuni complessi problemi, che riguardano la struttura indagata nella sua monumentalità, la disposizione degli ambienti, delle decorazioni ed i problemi di statica e di illuminazione. La tridimensionalità, nei plastici tradizionali e ancora maggiormente nella virtual archaeology (VA), mostra con evidenza tutti questi aspetti. Negli anni 2006/07 è maturata così l’idea di questa tesi, per approfondire la problematica dell’utilizzo della VA in campo archeologico e nello specifico nell’edilizia privata romana. La VA è ormai da anni presente nel mondo dell’archeologia in quanto strumento di verifica e di rappresentazione dei risultati della ricerca. Da questa tecnica “ricostruttiva” nascono due tipologie di opere: una a supporto della verifica scientifica e l’altra per la realizzazione di opere a carattere divulgativo. L’esigenza di rendere più facile e fruibile ad un pubblico, più vasto possibile, la comprensione del dato archeologico ha portato ad inserire nei percorsi di visita delle ricostruzioni virtuali che contestualizzano un reperto esposto nel museo, oppure ancora che mostrano gli ambienti e le decorazioni di un edificio ormai ridotto a pochi resti, in un dato periodo storico. Il punto di partenza di queste ricostruzioni è chiaramente la valutazione scientifica dei dati a disposizione, la loro interpretazione, il loro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adobe
alba
archaeology
archeologia romana
cisalpina
domus
domus romane
domus via acqui
edilizia privata romana
edilizia residenziale urbana
edilizia romana
incannucciata
metodologia scientifica
opus craticium
pertinace
pertinax
pisé
pompeia
pompeo
regio ix liguria
ricostruzione virtuale
ricostruzioni virtuali
urbanistica antica
virtual

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi