Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I delisting nel mercato italiano nel quinquiennio 2004-08: analisi empirica delle cause e scenari futuri

Analisi delle operazioni di delisting effettuate sul mercato italiano nel quinquiennio 2004-08. L'analisi è condotta a livello di singola società (andamento, attività, offerente) e a livello generale. Sono individuate sei motivazioni sottostanti alla decisione di delisting e si cercano relazioni di tipo correlativo tra la presenza di determinati fattori e la tipologia di offerenti

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Lo studio relativo alla fase di quotazione delle imprese, così come quello successivo finalizzato a stabilirne una valutazione equa, trova ampio spazio nella ricerca. Determinare un prezzo corretto delle azioni in fase di Ipo è fondamentale ed interesse di azionista e investitore. Al contrario è stata dedicata meno attenzione alla valutazione del processo inverso, ovvero alle motivazioni e condizioni economiche sottostanti al processo di ritiro dal mercato, delisting. Tale fenomeno sta assumendo una dimensione significativa, specie per società di capitalizzazione medio – bassa, anche per la concomitanza di eventi congiunturali. Probabilmente non è stata data ancora ampia attenzione al fenomeno di delisting per diverse cause. Innanzitutto, riguarda un numero limitato di società e concentrato negli ultimi anni. Il processo di quotazione, a parte alcuni picchi, è stato abbastanza regolare numericamente e il numero di società analizzate in ottica di Ipo è sempre stato maggiore di quante siano andate a buon fine. Un altro elemento che rende difficile lo studio delle revoche è la molteplicità delle variabili che lo determinano, molte di difficile quantificazione. Si tratterà questo argomento approfonditamente nei prossimi paragrafi, ma è da subito comprensibile capire come sottovalutazione del mercato o presenza di operazioni straordinarie siano entrambi elementi che possano indurre un potenziale acquirente al lancio di Opa, ma mentre il primo è facilmente associabile ad un numero, il secondo mantenga un certo grado di soggettività. E’ compito di questo operato la ricerca di una relazione tra variabili considerate come scatenanti e la relazione tra esse e la probabilità del verificarsi dell’evento. Saranno pertanto analizzate le Opa effettuate negli ultimi anni nel mercato italiano, evidenziandone schematicamente le motivazioni e traendone un bilancio a posteriori, dove possibile. Il risultato atteso è una relazione empirica che leghi le variabili. In questo modo si possono evidenziare tratti comuni e può risultare più facile e preciso individuare le società potenzialmente oggetto di offerte di acquisto. 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Pignoloni Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1805 click dal 07/04/2009.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.