Skip to content

Outward FDI Trends: Comparing the United States, Europe, China and Japan

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Bazzani
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Brescia
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Angelo Santagostino
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 88

FDI: definition and purpose
“Foreign direct investment (FDI) is defined as an investment involving a long-term relationship and reflecting a lasting interest and control by a resident entity in one economy (foreign direct investor or parent enterprise) in an enterprise resident in an economy other than that of the foreign direct investor (FDI enterprise or affiliate enterprise or foreign affiliate).
FDI implies that the investor exerts a significant degree of influence on the management of the enterprise resident in the other economy. Such investment involves both the initial transaction between the two entities and all subsequent transactions between them and among foreign affiliates, both incorporated and unincorporated” (UNCTAD, 2007, p. 245). The three components of FDI are: equity capital, reinvested earnings, and intra-company loans; at the international level the 10% of equity ownership and voting power is enough to qualify a foreign direct investment.
The advantage linked to FDI comes from the possibility to locate and to co-ordinate the activity of the firm in the best way; in other words FDI allow the firm to pursue the global optimization of its business. The theory of localization mirrors the general theory of international trade: the localization of each activity is often determined by the endowments of resources, or rather by transportation costs or trade barriers. For example the mining of aluminium has to be located where you can find bauxite and the fusion where energy is available at low costs; the producers of semiconductors have localized high skilled project activities in Massachusetts and California, while low skilled activities such as assembling in Ireland or Singapore; otherwise American car producers have localized the production of car destined to the European market in Europe to avoid transportation costs (KRUGMAN-OBSTFELD, 2007). On the other hand, the advantage coming from the brilliant co-ordination of activities is well explained by the theory of internalization according to firms which decide to make transactions inside themselves rather than turning to the market: this recalls the well known issue of vertical integration. For example technology transfer could not be possible when knowledge is not formalized but lies in a group of people within the firm: a way of avoiding this problem could be to directly obtain the rent coming from the possession of the technology by exploiting it abroad through the constitution of foreign affiliates (KRUGMAN-OBSTFELD, 2007).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUCTION The aim of this work is to compare the outward FDI strategy of the United States, Europe, China and Japan. In particular we have focused on the directions and dimensions of FDI flows and stocks in terms of world areas, single countries, and industries for the period 2004-2006 (the last year for which international institutions provide data); when possible we have gone more in depth, focusing for example on the transatlantic investment relationship or on the Chinese outward investment by province. The economic literature usually focuses on inward FDI and studies its effects on the growth and the spill-over it causes on the home economy; instead we would like to understand where the four chosen economic powers are investing and why. Doing that we have decided to avoid considering intra EU-27 FDI, and to focus on the role played by developing countries, Asian economies and Africa as destination countries. The major difficulty has been to gain trustworthy data, especially about China’ FDI; fortunately an analyses of Goldman Sachs reported by The Economist (An aberrant abacus; coming to terms with China’s untrustworthy economic numbers, May 3rd 2008) tells that foreign trade and investment is perhaps the most accurate economic indicator. Therefore we have used only institutional sources: the Bureau of Economic Analyses for the U.S., EUROSTAT for the EU, MOFCOM for China and JETRO for Japan. The financial turmoil that hit the world economy in 2008 is certainly changing the value of FDI in absolute terms, but not the basic trends.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

british virgin islands
cayman islands
china
eu-27
europe
fdi
fdi flows
fdi stocks
flows
foreign direct investment
go global strategy
inward
inward fdi
japan
outward
outward fdi
stocks
tax havens
united states

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi