Skip to content

Recenti acquisizioni sulle neuropatie virali del cavallo

Informazioni tesi

  Autore: Scocchera Vanessa
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1995-96
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Medicina Veterinaria
  Corso: Medicina Veterinaria
  Relatore: Giuseppe Zanetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 181

PARTE I: Esame neurologico del cavallo
PARTE II : Malattie infettive virali del cavallo ad evoluzione encefalopatica (Rabbia, Encefaliti da Flavivirus - Encefalite giapponese, Encefalite West Nile, Encefalite da virus Kunjin, Louping ill, Malattia di Powassan,Malattia di Borna, Mieloencefalite da Herpesvirus equi-1, Encefalomieliti equine da Togavirus)
PARTE III : Elementi di diagnostica differenziale, di terapia e di profilassi
Elementi diagnostici
Terapia
Profilassi sanitaria e immunizzante
Ciò che più aiuta nella diagnosi delle encefalopatie virali del cavallo sono l'epidemiologia e gli esami di laboratorio. Questi ultimi sono in continua evoluzione verso una maggiore sensibilità, specificità, semplicità e rapidità di esecuzione. Alcuni dei test più recenti, però, sono utilizzabili solo a livello sperimentale, perché richiedono personale e moderne e costose attrezzature, pertanto non sono applicabili per la diagnosi di routine.
Importanti per il controllo delle encefaliti è, soprattutto, la profilassi sanitaria e immunitaria, dato che i presidi terapeutici sono scarsi e ancora in via di sperimentazione.
Molte delle encefaliti virali dei cavalli, oltre a rappresentare un danno economico, sono delle pericolose zoonosi e rappresentano un serio pericolo per la salute pubblica.
E’ da ritenere che il rischio di introduzione in Italia delle encefalomieliti equine sia possibile, ma non molto probabile. Nel caso in cui queste malattie dovessero essere introdotte, potrebbero però trovare sia i vettori, sia le specie animali serbatoio. Questo sulla base della grande variabilità di insetti coinvolti nella trasmissione e di potenziali serbatoi che ne caratterizzano l'epidemiologia.
Nonostante le severe norme di polizia veterinaria vigenti nel nostro paese, i servizi veterinari che devono eseguire i controlli a destinazione sugli equini importati si trovano talvolta in notevole difficoltà. Infatti si può verificare che la ricerca degli anticorpi neutralizzanti nel siero di sangue risulti positiva, malgrado sia riportato sul certificato di origine e sanità per l'esportazione verso l'Italia che non si tratta di animali vaccinati contro le encefalomieliti virali.
A fronte di queste situazioni è evidente che gli animali sieropositivi devono essere considerati sospetti di infezione e come tali trattati, anche in riscontro di titoli anticorpali bassi. Solo se si terrà conto della situazione epidemiologica del paese esportatore, della storia sanitaria dell'animale e delle necessità oggettive legate al commercio dei cavalli, la sierologia potrà costituire una discriminante tra animale da accettare da paese terzo e animale da respingere.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 PREMESSA La presente tesi si prefigge lo scopo di fornire alcune delle più recenti acquisizioni sulle principali encefalopatie ad eziologia virale del cavallo. Per una più completa trattazione, ho ritenuto opportuno dare per prima cosa una descrizione dell’esame neurologico. Tale esame é fondamentale per formulare una diagnosi di sospetto e per procedere alla diagnosi differenziale e di certezza, tramite gli esami collaterali. In una seconda parte, più strettamente infettivistica e clinica, sono descritte le varie malattie dal punto di vista eziologico, epidemiologico, patogenetico, sintomatologico e anatomopatologico. Molte delle malattie trattate hanno una grande importanza per la salute pubblica, dato che rappresentano delle zoonosi in grado di provocare sindromi spesso mortali nell’uomo. Altre invece hanno una certa importanza zooeconomica. Le malattie principali trattate sono: la rabbia, le encefaliti da Flavivirus, la malattia di Borna, la mieloencefalite da herpesvirus-1 equino e infine le encefalomieliti equine americane. Per una più completa trattazione sono accennate brevemente anche altri agenti eziologici di minore importanza. Le encefaliti virali equine stanno suscitando interesse in Italia, dove il settore equino appare in pieno rilancio (cavalli per lo svago o per l'attività sportiva). Parallelamente cresce il flusso d'importazione di cavalli d'allevamento dai paesi extracomunitari, ed in particolare dal continente americano, per una consistente richiesta di soggetti da sella con determinate caratteristiche morfologiche. E' pertanto evidente la necessità di un attento intervento della Veterinaria pubblica anche perché l'entità del rischio sanitario non è da sottovalutare. Infatti il pericolo di una propagazione nel nostro paese di malattie infettive esotiche della specie equina, quali, ad esempio le encefalomieliti americane da Togavirus, non è dunque da trascurare. In seguito ai trattamenti immunizzanti, nel siero compaiono anticorpi neutralizzanti che di regola permangono per lunghi periodi e ostacolano una sicura distinzione tra titoli anticorpali da vaccino e quelli da infezione virale. Tutto ciò riveste grande importanza agli effetti dell'importazione di cavalli da paesi a rischio. Pertanto nella terza parte sono state approfondite le diagnosi, le profilassi e, solo per alcune encefaliti, la terapia. Quest’ultima, oltre ad avere una limitata efficacia, non sempre può essere attuata in quanto aumenta il rischio di diffusione e persistenza dei virus.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bse
diagnostica delle malattie equine
encefaliti equine
esame neurologico del cavallo
neuropatie virali equine
profilassi equina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi