Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla carta al web. Passaggio dal giornale cartaceo alle notizie on-line.

Tutti sappiamo come al giorno d’oggi il Web faccia parte delle nostre vite. Le premesse che si intravedevano negli anni Novanta oggi sono palesi, e vanno addirittura al di là di ciò che si poteva immaginare. Siamo arrivati a quel Web di nuova generazione che immaginavamo una volta, multimediale, onnipresente, altamente interattivo e personalizzato.
Il fenomeno del quotidiano on-line fa sicuramente parte delle novità a cui il Web ci ha abituato. In un periodo in cui la diffusione dei quotidiani cartacei e la quantità dei suoi lettori diminuisce, è significativo almeno vedere come le persone anche in Rete si affidino ai più famosi fornitori d’informazione. Siti come quello del New York Times o USA Today raggiungono ciascuno 10 milioni di utenti al mese, prova che anche se i media tradizionali possono non godere più degli elevati livelli di fiducia del pubblico, almeno una gran parte conta ancora su di loro per reperire le informazioni.
Si tratta quindi di un fenomeno in ascesa, dimostrato anche dall’affermazione fatta nel 2007 dall’editore del New York Times, secondo cui da lì a cinque anni non c’era nessuna sicurezza che l’edizione cartacea del quotidiano sarebbe esistita ancora. La cosa su cui concentrarsi allora sarà il modo in cui governare la transizione definitiva dalla carta stampata a Internet.
Partendo quindi dalla diffusione che i giornali on-line acquisiscono sempre di più, e dall’importanza del mezzo di informazione da cui derivano ho deciso di affrontare uno studio che riguardi sia l’uno che l’altro. In questa tesi affronto infatti il tema del giornale cartaceo e del giornale on-line, in una sorta di confronto parallelo. Quotidiani, settimanali e inserti, analizzati così come i siti di giornali on-line, siti e blog che raccolgono notizie.
L’analisi parte da punti comuni in cui si evidenziano poi sia le analogie, che le differenze, che le contaminazioni che l’uno e l’altro mezzo di informazione si scambiano. Si studiano i diversi tipi di design e le diverse tendenze presenti nel mondo, si parla del metodo delle griglie tipografiche, dell’importanza che riveste la tipografia e infine delle regole fondamentali da conoscere per produrre un adeguato mezzo che diffonda informazioni in modo chiaro e semplice.
Nell’ultimo capitolo della tesi propongo come parte pratica il restyling di un sito Web di news tecnologiche, servendomi e applicando gli studi fatti nel capitolo dedicato al Web design.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Tutti sappiamo come al giorno d’oggi il Web faccia parte delle nostre vite. Le premesse che si intravedevano negli anni Novanta oggi sono palesi, e vanno addirittura al di là di ciò che si poteva immaginare. Siamo arrivati a quel Web di nuova generazione che immaginavamo una volta, multimediale, onnipresente, altamente interattivo e personalizzato. Il fenomeno del quotidiano on-line fa sicuramente parte delle novità a cui il Web ci ha abituato. In un periodo in cui la diffusione dei quotidiani cartacei e la quantità dei suoi lettori diminuisce, è significativo almeno vedere come le persone anche in Rete si affidino ai più famosi fornitori d’informazione. Siti come quello del New York Times o USA Today raggiungono ciascuno 10 milioni di utenti al mese, prova che anche se i media tradizionali possono non godere più degli elevati livelli di fiducia del pubblico, almeno una gran parte conta ancora su di loro per reperire le informazioni. Si tratta quindi di un fenomeno in ascesa, dimostrato anche dall’affermazione fatta nel 2007 dall’editore del New York Times, secondo cui da lì a cinque anni non c’era nessuna sicurezza che l’edizione cartacea del quotidiano sarebbe esistita ancora. La cosa su cui concentrarsi allora sarà il modo in cui governare la transizione definitiva dalla carta stampata a Internet. Partendo quindi dalla diffusione che i giornali on-line acquisiscono sempre di più, e dall’importanza del mezzo di informazione da cui derivano ho deciso di affrontare uno studio che riguardi sia l’uno che l’altro. In questa tesi affronto 1

Diploma di Laurea

Facoltà: Grafica

Autore: Roberta Balsamo Contatta »

Composta da 50 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7434 click dal 09/04/2009.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.