Skip to content

La promozione del patrimonio archeologico attraverso Internet

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Dello Iacovo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Scienze del Turismo per i Beni Culturali
  Corso: Scienze del turismo
  Relatore: Alessandra Coen
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

Negli ultimi anni si sono moltiplicati gli ambiti applicativi dell’informatica applicata all’archeologia, il che auspica negli anni a venire numerose innovazioni che incideranno sempre più costantemente sulle consuetudini metodologiche del lavoro dell’archeologo. La trasformazione di queste consuetudini nell’attività dell’archeologo moderno, il quale ormai si avvale di tecnologie come i Sistemi Informativi Territoriali (GIS), la tecnologia georeferenziata satellitare (GPS), laser scanner, database, ecc., parallelamente ha modificato anche la diffusione e la tipologia dell’informazione afferente il patrimonio archeologico che vede ormai prepotentemente il veicolo internet essere il più idoneo mezzo di diffusione della conoscenza scientifica e archeologica, non solo per gli addetti ai lavori, ma per ogni tipo di utenza. Sempre più accattivanti, infatti, appaiono i siti internet delle Soprintendenze, o quelli che vedono progetti universitari mostrare siti archeologici in immagini tridimensionali; sovente è possibile inoltre immergersi in visite virtuali, si pensi ad esempio anche ai siti dei musei.
L’innovazione tecnologica offre nel settore culturale una grande occasione, non solo a sostegno del processo di formazione della conoscenza, ma anche, attraverso il Web, in quanto strumento di enorme capacità per la divulgazione della conoscenza, dello scambio nella ricerca, nella didattica, nell’informazione dedicata. A questo punto va affrontato il tema della qualità dei siti Web, i quali, per essere apprezzabili sono chiamati a rispettare non solo le regole dell’usabilità, ma anche quelle dell’accessibilità e della qualità tecnologica.
Questo mio lavoro è articolato in tre parti, alla luce di quanto detto è stato opportuno dedicare i primi due brevi capitoli alle tecnologie che vanno a supporto del sito internet culturale ossia i Sistemi Gis e realtà virtuale, l’informatica applicata all’archeologia e Il sito web culturale: origini, caratteristiche e obiettivi. Il terzo capitolo, invece, è rivolto all’esposizione di nuovi progetti di digitalizzazione attraverso la rete ai portali e a ciò che del patrimonio archeologico campano è presente nel web: L’ Archeologia online: progetti e comunicazione dei siti web.
Un confronto tra l’azione divulgativa dei mezzi a disposizione del nostro territorio con altre Soprintendenze conclude la dissertazione con una personale critica sull’argomento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Per comprendere al meglio come un mezzo di diffusione mediatico cos moderno come internet si possa accostare a una materia come l archeologia, e quindi dare un significato a questo mio studio, Ł stata illuminante questa definizione di Piero Pruneti: «Per proseguire il cammino dobbiamo capire chi siamo e da dove veniamo: questa Ł l archeologia».1 Dopo aver letto questa frase, ogni mio dubbio residuo su quanto fosse lecito il mezzo informatico per la diffusione dell informazione archeologica Ł stato sciolto e trasformato in un filo conduttore che lega presente e passato. Rassicurante Ł la consapevolezza di quanto la comprensione del passato possa proiettarci nel futuro ed Ł da questa base di partenza da cui si dirameranno gli argomenti della mia tesi. L archeologia si sposa sempre piø spesso con Internet e con la realt virtuale . Ci che fino a qualche anno fa poteva essere solo immaginato partendo dalle parole o dagli scritti che spiegano com era una citt antica o un sito archeol ogico, adesso pu essere visto ed esplorato sullo schermo di un computer cambiando i punti di vista. Anche lontano dai siti archeologici, e quindi come preparazione a una futura visita vera e propria, Ł possibile un approccio multimediale direttamente da casa attraverso la semplice connessione Internet. I beni archeologici, come i beni culturali in generale, racchiudono in se due attributi, uno materiale e l altro immateriale, reciprocamente interferenti tra loro: il primo attiene alle sue caratteristiche fisiche e tecniche, il secondo si riferisce alla sua accezione culturale . Per la piena valorizzazione di entrambe queste propriet Ł dunque necessaria un attenta analisi conoscitiva preliminare, per la successiva utilizzazione sia scientifica sia divulgativa, mediante tipici linguaggi e strumenti comunicativi correlati ai diversi profili e livelli dei destinatari. Proprio in virtø di questo particolare significato concettuale, il patrimonio archeologico Ł stato oggetto, dagli ultimi decenni del secolo passato, di numerose ricerche applicative da parte delle scienze informatiche, incrementate dalle innovazioni telematiche e multimediali, virtuali, con esiti dapprima inimmaginabili e con reciproci benefici ai fini della ricerca e della comunicazione e dei loro progressi qualitativi a breve e lungo termine. Negli ultimi anni si sono moltiplicati gli ambiti applicativi dell informatica applicata all archeologia, il che auspica negli anni a venire numerose innovazioni che incideranno 1 Dal sito www.archeologiaviva.it 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

archeo
archeologia e web
internet
internet archeologia
portale archeologia
portali culturali
sistemi gis
turismo archeologico
web archeologia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi