Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La produzione di energia elettrica da fotovoltaico: un'analisi di fattibilità tecnico-economica di un impianto in Puglia

Il lavoro si propone di analizzare la sostenibilità economico-finanziaria di un impianto di produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica situato in Puglia, in agro di Monopoli (provincia di Bari). La trattazione verte sugli aspetti più precipuamente economico-finanziari dell’iniziativa imprenditoriale. Si analizzano inoltre i profili generali riguardanti la tematica delle energie rinnovabili e ci si sofferma sulle linee guida che connotano le politiche ambientali dei Paesi industrializzati. Infine ci si sofferma sul case study prescelto, evidenziando sia le specifiche attività preliminari poste in essere, sia le valutazioni di carattere ambientale circa la location dell’impianto in parola.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 1. Le fonti rinnovabili di produzione di energia elettrica SOMMARIO. 1.1. Introduzione 1.2. La tecnologia fotovoltaica 1.3. Il fotovoltaico nel mondo e gli scenari di sviluppo del mercato 1.4. L’incentivazione alla produzione di energia elettrica da fotovoltaico: il nuovo conto energia. Introduzione Le recenti e profonde trasformazioni strutturali in atto hanno reso sempre più stringente la necessità di valutare la sostenibilità dello sviluppo rispetto ad un uso più efficiente delle risorse e al contenimento dell’impatto sul clima terrestre prodotto dalle attività dell’uomo. In tale prospettiva, l’attenzione dei governi dei maggiori Paesi industriali si è sempre più focalizzata su azioni di policy caratterizzate da una visione dei problemi dello sviluppo coerente con le logiche del cambiamento tecnologico e con la capacità di queste ultime di interpretare i mutamenti più radicali delle dinamiche produttive. La risposta dell’Unione Europea alle nuove sfide appare oggi orientata a cogliere le opportunità derivanti dall’investimento in nuove tecnologie, con l’obiettivo di superare i vincoli della dipendenza energetica dal petrolio, assicurando allo stesso tempo la sostenibilità ambientale dello sviluppo e la necessaria competitività per la crescita dei propri sistemi economici. Sono queste le linee della strategia che i Paesi europei hanno inteso delineare varando, alla fine del 2007, il SET-Plan, in cui le prospettive di sviluppo delle tecnologie energetico- ambientali (rinnovabili, cattura e stoccaggio della CO2, biocombustibili e nucleare) sono valutate rispetto a orizzonti temporali differenziati ma anche rispetto alle capacità di risposta dei diversi sistemi industriali. La domanda di energia cresce nel mondo ad un tasso sostenuto, soprattutto per il contributo dei paesi asiatici ed in particolare Cina ed India1. Tale fenomeno è la conseguenza di differenti dinamiche di crescita: molto più elevata della media nelle aree emergenti in Asia, e molto più contenuta nelle zone già industrializzate in Europa e Nord America. 1 Cfr. International Energy Agency (IEA), Rapporto World Energy Outlook 2007 (WEO 2007), novembre 2007.

Tesi di Master

Autore: Pietro Deleonardis Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3412 click dal 14/04/2009.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.