Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sostegno alla genitorialità attraverso esperienze di ''Home Visiting''

Il progetto “Sostegno alla genitorialità attraverso l’esperienza dell’Home visiting” è un progetto nato dalla sensibilità dimostrata dalla AUSL di Livorno per offrire ai neogenitori, tramite incontri programmati a domicilio, un orientamento ai Servizi offerti dal Comune e dalla AUSL per rafforzare i fattori di opportunità presenti nella famiglia, aiutandola nei momenti di debolezza e difficoltà.
L’obiettivo di questo elaborato è la presentazione di un progetto per sostenere le famiglie nella loro competenza genitoriali, favorendo la formazione di legami di attaccamento sicuro, madre-figlio in ambito familiare.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. Introduzione. La motivazione che ha guidato questo lavoro è quella di diffondere una cultura della salute che garantisca a tutti conoscenze corrette ed adeguate, per tutelare e promuovere la propria salute e quella della comunità. Molte figure professionali si occupano della donna in attesa di un figlio e in questa delicata fase della vita il Sistema Sanitario Nazionale e il Piano Sanitario Regionale Toscano prevedono un giusto impegno di risorse. Le Aziende USL prendono in carico la gestante attraverso l’equipe consultoriale costituita da Ginecologi, Ostetriche, Psicologi, Assistenti Sociali, Assistenti Sanitari, Pediatri, con un’ampia offerta sia a livello individuale che di gruppo (incontri, visite, consulenze, corsi di accompagnamento alla nascita). Il Presidio Ospedaliero fornisce nei reparti l’assistenza di Ginecologi ed Ostetriche, Infermieri e Neonatologi. Una volta superato l’evento nascita, quando mamma e figlio tornano a casa, il sostegno di questi operatori viene a mancare. Nella maggior parte delle volte la donna trova al rientro a casa l’affetto della famiglia e la vicinanza delle persone care che la sostengono in un momento molto delicato dal punto di vista sanitario, psicologico e organizzativo: l’elaborazione della perdita della pancia, cambiamenti ormonali importanti, il confronto con il bambino reale e quello ideale, l’allattamento, il dover ricostruire un equilibrio, nuovi orari e nuovi compiti, inoltre, per chi è in difficoltà economiche, l’insorgere di nuovi costi dovuti all’arrivo bambino. E’ un periodo molto difficile durante il quale possono apparire o aggravarsi tanti problemi, talvolta molto seri. Capita di sentire, purtroppo, casi drammatici giunti alla ribalta della cronaca: madri che compiono il gesto estremo di togliere la vita al proprio figlio e in alcuni casi anche a se stesse.

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Donatella D'atri Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3861 click dal 30/04/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.