Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La mediatizzazione del linguaggio politico in Italia: le interviste televisive tra giornalismo ed audience

Lo stato attuale delle ricerche scientifiche nel campo del linguaggio politico ci suggerisce quanto una corretta comunicazione sia importante, non solo per un buon andamento della campagna elettorale dei partiti, ma anche per una sorta di “propaganda personale” dei candidati che si mettono in gioco. Gli studi psico-sociali ci riferiscono che tale linguaggio si relaziona al fenomeno dell’ “equivocation”. Con questo termine si fa riferimento ad una comunicazione caratterizzata da uno stile oscuro ed evasivo; la curiosità emersa dagli studi evidenzia il fatto che siano proprio gli intervistatori politici a far sì che gli intervistati utilizzino questo genere di linguaggio nel corso delle interviste. La prima strategia utilizzata dai giornalisti per spingere i politici in una situazione di difficoltà risultano essere le domande definite “minacciose e coercitive” che producono risposte evasive, confuse e non del tutto pertinenti limitando il raggio d’azione della replica dell’intervistato. Dopo aver presentato lo stato attuale delle ricerche in materia e nello specifico quelle che analizzano il genere di domande effettuate nel corso delle interviste, ho cercato di mettere questi dati in relazione al fenomeno della mediatizzazione del linguaggio politico, inteso come la sottomissione di quest’ultimo alle regole della comunicazione di massa, agli standard televisivi e alle esigenze televisive di audience. Per spiegare tale fenomeno ho ritenuto necessario innanzitutto spiegare quali siano state le dinamiche storiche e culturali che hanno favorito l’ acquisizione di un ruolo così importante da parte dei media per quanto concerne la comunicazione dei messaggi.
In secondo luogo ho cercato di analizzare il percorso storico degli attuali talk show politici che sono diventati ormai un programma fisso all’interno dei nostri palinsesti televisivi e che, in un certo senso, possono essere considerati una sorta di terza camera del Parlamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Lo stato attuale delle ricerche scientifiche nel campo del linguaggio politico ci suggerisce quanto una corretta comunicazione sia importante, non solo per un buon andamento della campagna elettorale dei partiti, ma anche per una sorta di “propaganda personale” dei candidati che si mettono in gioco. Gli studi psico-sociali ci riferiscono che tale linguaggio si relaziona al fenomeno dell’ “equivocation”. Con questo termine si fa riferimento ad una comunicazione caratterizzata da uno stile oscuro ed evasivo; la curiosità emersa dagli studi evidenzia il fatto che siano proprio gli intervistatori politici a far sì che gli intervistati utilizzino questo genere di linguaggio nel corso delle interviste. La prima strategia utilizzata dai giornalisti per spingere i politici in una situazione di difficoltà risultano essere le domande definite “minacciose e coercitive” che producono risposte evasive, confuse e non del tutto pertinenti limitando il raggio d’azione della replica dell’intervistato. Dopo aver presentato lo stato attuale delle ricerche in materia e nello specifico quelle che analizzano il genere di domande effettuate nel corso delle interviste, (cap 1) ho cercato di mettere questi dati in relazione al fenomeno della mediatizzazione del linguaggio politico, inteso come la sottomissione di quest’ultimo alle regole della comunicazione di massa, agli standard televisivi e alle esigenze televisive di audience. Per spiegare tale fenomeno ho ritenuto necessario innanzitutto spiegare quali siano state le dinamiche storiche e culturali che hanno favorito l’ acquisizione di un ruolo così importante da parte dei media per quanto concerne la comunicazione dei messaggi. (cap 2) In secondo luogo ho cercato di analizzare il percorso storico degli attuali talk show politici che sono diventati ormai un programma fisso all’interno dei

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Orsola Mazza Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1557 click dal 30/04/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.