Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Alla ricerca della giustizia. Da Rawls a Nussbaum.

Molti ritengono che il modello economico-giuridico attuale necessiti di alcune modifiche rilevanti. Se si volesse tentare una riforma quali sarebbero le linee da adottare? Sarebbe possibile arrivare alla creazione di un regime democratico ragionevolmente giusto? E in ultima analisi, come si potrebbe regolare la giustizia oltre ai confini nazionali?
Chi voglia dare una risposta a queste domande deve necessariamente confrontarsi con il pensiero di John Rawls, filosofo statunitense che dedicò a questi temi alcune delle sue opere principali. Nel mio lavoro cercherò di esaminare il pensiero di questo filosofo evidenziando gli aspetti più interessanti della sua proposta. Egli articola le sue idee fondamentalmente in tre opere: Una teoria della giustizia, Liberalismo politico, Il diritto dei popoli. Nei primi tre capitoli di questa tesi, dopo aver riportato alcuni cenni biografici su Rawls, mi soffermo sull'analisi di quegli aspetti della sua proposta che attengono più strettamente alle problematiche interne di uno stato, facendo particolare attenzione al tema dei diritti e delle libertà fondamentali. Nel quarto capitolo esamino gli aspetti principali de Il diritto dei popoli, opera in cui Rawls cerca di estendere le sue proposte all'ambito internazionale. Dal momento che le idee espresse in quel testo sono certamente quelle che hanno destato le maggiori critiche, ho dedicato ampio spazio all'esame di quelle che ho ritenuto più efficaci. Ho quindi riportato le osservazioni che Thomas Pogge, Samuel Freeman, Pierluigi Chiassoni e Martha Nussbaum hanno mosso all'impostazione rawlsiana. Lo stesso Rawls all'interno di Liberalismo politico afferma esplicitamente che il suo approccio non fornisce risposte al problema dei diritti dei disabili, sia mentali che fisici, e degli animali. Data l'attualità di queste tematiche ho ritenuto interessante analizzare un'opera della filosofa Martha Nussbaum intitolata Le nuove frontiere della giustizia, in cui vengono esaminate queste problematiche. Ho dedicato a questi temi il quinto e ultimo capitolo del mio lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Negli ultimi tempi sono accadute vicende che possono indurre ad una riflessione profonda. Pochi mesi fa negli Stati Uniti veniva eletto il primo presidente nero della storia di quel paese e, in ambito internazionale, molti sono stati i segnali di approvazione nei confronti di questo evento che per gran parte della popolazione nera rappresenta un segno di riscatto dopo anni di ingiustificata discriminazione razziale. La sua portata storica si coglie anche dalle parole che lo stesso Barack Obama ha usato nel discorso di insediamento: “… un uomo il cui padre meno di sessant’anni fa’ non sarebbe neppure stato servito in un ristorante , ora può trovarsi di fronte a voi per pronunciare il giuramento più sacro di tutti”. L’elezione di Obama non è semplicemente figlia di un desiderio di riscatto sociale che anima la popolazione nera degli Stati Uniti. Il nuovo presidente sembra infatti l’espressione di un profondo e rinnovato desiderio di cambiamento. La crisi economica sta attanagliando l’economia non solo di quella nazione ma del mondo intero. Di fronte ad una situazione così grave, ormai tutti concordano sulla necessità di profondi interventi statali che cerchino di arginare i gravissimi effetti della crisi. Già dal programma elettorale del Presidente neo eletto si coglievano dei segni di profondo cambiamento. Esso prevedeva, tra le altre cose, un ampliamento dell’assistenza

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Demis Bassan Contatta »

Composta da 253 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4492 click dal 24/04/2009.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.