Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli affidamenti dei minori presenti in Piemonte dal 1979 al 2002

La tesi intende effettuare un’ indagine su tutti i minori sottoposti a provvedimenti di affidamento familiare in Piemonte dal 1979 al 2002.
L’obiettivo dell’analisi è duplice:
· Definire una classificazione di merito degli esiti del provvedimento, nell’ottica di valutare se l’intervento abbia raggiunto o meno gli obiettivi che l’istituto dell’affidamento familiare si propone (il rientro del minore in tempi brevi nella famiglia d’origine).
· Analizzare l’esito dell’intervento rispetto alle caratteristiche del minore, del motivo dell’allontanamento e del provvedimento di affido.
La ricerca intende valutare, a differenza degli studi svolti precedentemente, non solo gli affidi conclusi ma i provvedimenti in corso, al momento dell’ultima rilevazione, in relazione alla durata degli stessi. Ci si propone inoltre di distinguere i rientri “definitivi” dai rientri temporanei facendo riferimento a ciò che avviene a seguito del ritorno del minore in famiglia.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Questa tesi è rivolta allo studio dell’affidamento familiare dei minori residenti in Piemonte dal 1979(quando è stato istituito a livello Regionale) al 2002. L’obiettivo della ricerca è definire una classificazione di merito degli esiti del provvedimento, e analizzare l’esito dell’intervento rispetto alle caratteristiche del minore, del motivo dell’allontanamento e del provvedimento di affido. I dati impiegati al fine della ricerca provengono dalla Regione Piemonte e sono stati sistematizzati dal CSI Piemonte. La tesi è composta da sei capitolo: Il primo richiama le leggi e gli assunti fondamentali che regolano l’istituto dell’affidamento, e specifica i ruoli dei protagonisti: la famiglia affidataria, i Servizi Sociali, il minore e la famiglia d’origine. Il secondo capitolo sintetizza le analisi empiriche svolte dal “Centro di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza”, da Garelli e da Negri. Il terzo capitolo è rivolto alla presentazione dello studio; alla specializzazione della struttura dei database e alla presentazione delle analisi descrittive preliminari. Nel quarto capitolo viene proposta una classificazione degli esiti degli interventi. Il quinto capitolo presenta le analisi bivariata relative alle due classificazioni degli esiti, rispetto alle singole variabili indipendenti. Il sesto è rivolto alle analisi basate sulla regressione logistica. Seguono le conclusioni.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Erica Venditti Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 588 click dal 05/05/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.