Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I luoghi del commercio - Una analisi antropologica degli shopping center

Nell'ambito delle discipline che si possono ricondurre all'antropologia culturale, rientrano come oggetto di studio aspetti fondamentali del nostro vivere quotidiano che rimangono tutt'oggi orfani di seri approfondimenti. La nostra interazione con le dimensioni spaziali, le relazioni che instauriamo con la città e con gli oggetti di consumo, le esclusione e le inclusioni che operiamo nel sociale, nello shopping e nelle scelte di vita assumono nella nostra quotidianità i caratteri del naturale, quando sono tratti fortemente culturali. L'antropologia opera un disvelamento del culturale che c'è nella nostra 'naturale' quotidianità e se condotta con criteri euristicamente corretti può dare un grande contributo nella mediazione dei conflitti sociali e nella integrazione delle culture.
Questo è il mio sogno: poter accostare agli strumenti di conoscenza del mondo, le potenzialità disvelatrici della ricerca antropologica, facendo perno sulla strutturazione di un metodo di ricerca idoneo alle società complesse
La mia tesi è un tentativo di sperimentare nuove vie nella ricerca antropologica in campo urbano. Il mondo che ci pare familiare, così come gli spazi che viviamo, nascondono messaggi che ci agiscono in modo inconsapevole, strutture topologiche che ci obbligano a determinati passaggi.
''Il lavoro costituisce un importante approfondimento culturale sul tema dei luoghi del commercio, contribuendo ad una maggiore consapevolezza del consumatore soprattutto rispetto all'attrazione esercitata dagli shopping center. Attualità del tema ed originalità del modo di trattarlo costituiscono punti di forza del lavoro, così come la correttezza formale'' (giudizio della Commissione giudicatrice che ha premiato la tesi come vincitrice del 'premio per tesi di laurea su argomenti d'interesse per la difesa e tutela dei consumatori anno 1997' - Determinazione n.239 del 18/6/1998)

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREFAZIONE Questo lavoro nasce dalla mia personale esigenza di mettere ordine nelle interessanti, ma scoordinate nozioni ed esperienze che hanno caratterizzato il mio cursus universitario. Con il passare dei mesi, affascinato dalle problematiche afferenti l'ambito antropologico, ho potuto toccare con mano il clima di disorientamento che si vive all'interno della disciplina, la quale, lungi dall'essere orientata verso la costruzione di paradigmi olistici, è in una fase di grande espansione. Come il Big Bang ha rotto l'unità della materia, disperdendo le parti in punti lontani dell'Universo, così l'emergere dell'urgenza di spiegazioni in campo urbano ha fatto esplodere la fragile coerenza di una disciplina che stava smarrendo il suo oggetto. Sotto gli occhi dei demologi, degli etnologi, degli etnografi, i dati iniziavano a comunicare solo alti livelli di entropia, i concetti e i metodi cercavano di restituire realtà che sfuggivano dalla loro orbita, abitudini consolidate di ricerca risultavano ormai inidonee

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Giuseppe De Blasio Contatta »

Composta da 240 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7926 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.