Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il canto nel teatro di Jerzy Grotowski

La tesi si articola in tre parti: la prima intende inquadrare il problema dell'uso del canto nell'ambito teatrale attraverso le figure di Stanislavskij e Artaud, la seconda analizza il ruolo che esso ebbe nella ricerca teatrale di Jerzy Grotowski mentre l'ultima, a guisa di conclusione, indica le nuove direzioni che tale ricerca sta assumendo all'interno del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards.

Mostra/Nascondi contenuto.
Presentazione Ø la semplicit che difficile a farsi. Bertolt Brecht Parlando di Jerzy Grotowski alle persone che mi sono state attorno durante questi mesi ho avuto modo di assistere a due differenti reazioni: quella di chi ignorava che esistesse un uomo di nome Jerzy Grotowski nato in Polonia nel 1933 e morto a Pontedera nel 1999, e quella di chi conosceva Jerzy Grotowski perch aveva studiato o si interessava di teatro. Ho avuto modo di constatare come il primo gruppo sia esageratamente pi vasto del secondo, di come all interno del primo e del secondo esistano eccezioni, ma grossomodo posso dire che questa la mia esperienza. Sono state quindi pi le volte in cui mi sono trovata a cercare di spiegare chi fosse Jerzy Grotowski che non quelle in cui spiegavo perch mai sia stata attratta dalla presenza del canto nelle sue opere. Poich avr modo pi avanti di spiegare chi fu Grotowski e perch la sua ricerca fu importante dentro e fuori dal teatro, mi soffermer qui a spiegare il perch di questa tesi. Quando assistiamo a una performance del Workcenter non possiamo non notare la presenza del canto tanto che molti ricercatori hanno paragonato i loro lavori a dei musical o a delle danze rituali. Ma ci che pi mi ha spinto a cercare di capire che funzione abbia il canto nelle loro performance stata un affermazione di Thomas Richards, direttore del Workcenter dal 1996, che a una domanda sulle qualit vocali sviluppate dagli attuanti — cos vengono chiamati coloro che compiono un azione nella performance — ha risposto che queste erano un effetto collaterale in seguito ai movimenti che eseguivano col corpo. Certi suoni molto intensi, o molto acuti, per essere emessi da un registro maschile, non erano ricercati per la loro bellezza intrinseca ma erano il frutto di qualcos altro. Una cosa l avevo ben chiara: nel modo di cantare degli attuanti del Workcenter il corpo era una parte attiva, che determinava la riuscita o meno dell esecuzione. L osservazione di Thomas mi ha spinto a cercare il perch e il come della presenza del canto nella ricerca di Grotowski e nel lavoro del Workcenter. La risposta alla seconda domanda sta nel particolare modo in cui vengono eseguiti i canti al Workcenter, definiti da Grotowski canti vibratori; ma, forse per distrazione o forse per tacita accettazione di ci che non conosco, giunsi a questa considerazione solo verso la fine della mia ricerca. La mia tesi cercher di inquadrare la ricerca sul canto compiuta da Jerzy Grotowski

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Ginevra Giachetti Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2498 click dal 29/05/2009.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.