Skip to content

Il canto nel teatro di Jerzy Grotowski

Informazioni tesi

  Autore: Ginevra Giachetti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Antonio Attisani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

La tesi si articola in tre parti: la prima intende inquadrare il problema dell'uso del canto nell'ambito teatrale attraverso le figure di Stanislavskij e Artaud, la seconda analizza il ruolo che esso ebbe nella ricerca teatrale di Jerzy Grotowski mentre l'ultima, a guisa di conclusione, indica le nuove direzioni che tale ricerca sta assumendo all'interno del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Presentazione Ø la semplicit che difficile a farsi. Bertolt Brecht Parlando di Jerzy Grotowski alle persone che mi sono state attorno durante questi mesi ho avuto modo di assistere a due differenti reazioni: quella di chi ignorava che esistesse un uomo di nome Jerzy Grotowski nato in Polonia nel 1933 e morto a Pontedera nel 1999, e quella di chi conosceva Jerzy Grotowski perch aveva studiato o si interessava di teatro. Ho avuto modo di constatare come il primo gruppo sia esageratamente pi vasto del secondo, di come all interno del primo e del secondo esistano eccezioni, ma grossomodo posso dire che questa la mia esperienza. Sono state quindi pi le volte in cui mi sono trovata a cercare di spiegare chi fosse Jerzy Grotowski che non quelle in cui spiegavo perch mai sia stata attratta dalla presenza del canto nelle sue opere. Poich avr modo pi avanti di spiegare chi fu Grotowski e perch la sua ricerca fu importante dentro e fuori dal teatro, mi soffermer qui a spiegare il perch di questa tesi. Quando assistiamo a una performance del Workcenter non possiamo non notare la presenza del canto tanto che molti ricercatori hanno paragonato i loro lavori a dei musical o a delle danze rituali. Ma ci che pi mi ha spinto a cercare di capire che funzione abbia il canto nelle loro performance stata un affermazione di Thomas Richards, direttore del Workcenter dal 1996, che a una domanda sulle qualit vocali sviluppate dagli attuanti — cos vengono chiamati coloro che compiono un azione nella performance — ha risposto che queste erano un effetto collaterale in seguito ai movimenti che eseguivano col corpo. Certi suoni molto intensi, o molto acuti, per essere emessi da un registro maschile, non erano ricercati per la loro bellezza intrinseca ma erano il frutto di qualcos altro. Una cosa l avevo ben chiara: nel modo di cantare degli attuanti del Workcenter il corpo era una parte attiva, che determinava la riuscita o meno dell esecuzione. L osservazione di Thomas mi ha spinto a cercare il perch e il come della presenza del canto nella ricerca di Grotowski e nel lavoro del Workcenter. La risposta alla seconda domanda sta nel particolare modo in cui vengono eseguiti i canti al Workcenter, definiti da Grotowski canti vibratori; ma, forse per distrazione o forse per tacita accettazione di ci che non conosco, giunsi a questa considerazione solo verso la fine della mia ricerca. La mia tesi cercher di inquadrare la ricerca sul canto compiuta da Jerzy Grotowski

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

action
antonin artaud
antonio attisani
canto
canto vibratorio
energia
euritmia
georges i. gurdjieff
jerzy grotowski
kostantin stanislavskij
lisa wolford
mario biagini
maud robart
paul zumthor
reinaldo hahn
reviviscenza
rito
robert schneider
schechner
steiner
teatro povero
thomas richards
workcenter
youruba

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi