Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Innovazione e nuove tecnologie nelle strutture museali: i benefici del Proximity Marketing

Il cellulare può diventare un potente strumento tecnologico al servizio dell’arte: ciò è possibile sfruttando le enormi potenzialità che questi oggetti sempre più avanzati offrono all'utente ed abbinandole ad innovativi servizi di informazione, comunicazione e marketing, come il Proximity Marketing, oggetto della tesi.

L’idea è quella di riuscire a catturare l’attenzione del visitatore, informandolo del fatto che in quella struttura, è possibile ora entrare a far parte di nuovi servizi fino a quel tempo impensabili.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INNOVAZIONE E NUOVE TECNOLOGIE NELLE STRUTTURE MUSEALI: I BENEFICI DEL PROXIMITY MARKETING Il binomio arte-tecnologia per un nuovo marketing dei beni culturali Pensare al telefono cellulare e alle occasioni e modalità con cui esso viene abitualmente utilizzato in ambiti quali cinema e musei, evoca prevalentemente ricordi sgradevoli, di persone maleducate che disturbano i malcapitati vicini, rovinando l’atmosfera con rumorose suonerie e conversando ad alta voce. Eppure, purché se ne faccia un uso intelligente e civile, il cellulare può diventare un potente strumento tecnologico al servizio dell’arte: ciò è possibile sfruttando le enormi potenzialità che questi oggetti sempre più avanzati offrono all'utente, ed abbinandole ad innovativi servizi di informazione, comunicazione e marketing. Il cellulare è stato infatti individuato come strumento ad altissimo potenziale di marketing, in quanto: ξ ha un’incredibile penetrazione nella popolazione di quasi tutti i Paesi del mondo, infrangendo ogni barriera d’età, professione, ceto e classe sociale; ξ pratico e maneggevole, è on the road con noi anche in viaggio, trovando facilmente posto in un taschino, in valigetta, in borsa o nello zaino; ξ è familiare e semplice da usare;

Laurea liv.I

Facoltà: Beni culturali

Autore: Marco Sapuppo Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2217 click dal 04/06/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.