Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Messa a punto e validazione di metodi molecolari per lo studio delle comunità microbiche in matrici ambientali di diversa natura

Negli ultimi anni l'interesse verso tecniche nuove di abbattimento dell'inquinamento ambientale è aumentato,grazie anche al lavoro di microbiologi e biologi molecolari che hanno dato la dovuta importanza alle peculiarità fondamentali dei microrganismi presenti nel suolo,come versatilità metabolica e ubiquitarietà,al fine di trasformare le sotanze inquinanti in sostanze non inquinanti. In particolare,nel presente lavoro di tesi si è cercato di ottimizzare e mettere a punto delle tecniche molecolari come la DGGE e la PCR Real Time per studiare comunità microbiche in grado di utilizzare sostanze inquinati,come gli IPA,come fonte di energia.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione. 1.1. L’inquinamento ambientale. L'inquinamento è un'alterazione dell'ambiente, generalmente di origine antropica, che produce disagi o danni permanenti per la vita di una zona e che non è in equilibrio con i cicli naturali esistenti. Non esiste una sostanza di per sé inquinante, ma è l'uso di qualsiasi sostanza o un evento che possono essere inquinanti: è inquinamento tutto ciò che è nocivo o altera in maniera significativa le caratteristiche fisico-chimiche dell'acqua, del suolo o dell'aria, e soprattutto ciò che non viene compensato da una reazione naturale o antropica adeguata che ne annulli gli effetti negativi. Esistono molti tipi di inquinamento, suddivisi a seconda del tipo di sostanza inquinante (ad esempio inquinamento dell'aria, acqua, suolo, chimico, acustico, elettromagnetico, luminoso termico, genetico o nucleare) o della causa (ad esempio inquinamento naturale, domestico, architettonico, urbano, agricolo, industriale o biologico). Benché possano esistere cause naturali che possono provocare alterazioni ambientali sfavorevoli alla vita, il termine "inquinamento" si riferisce in genere alle attività antropiche. Con l’avanzare dell’industrializzazione, infatti, l’uomo ha cercato di migliorare sempre più la qualità della vita spesso, purtroppo, a scapito del normale equilibrio ambientale. Nel 1992 fu stilata una lista dall'UNEP (United Nations Enviroment Program) di sostanze inquinanti persistenti nell'ambiente (denominate POPs ovvero persistent organic pollutant) che ci dà un'idea di quanto ancora ci sia 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Serena Biscardi Contatta »

Composta da 40 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 939 click dal 01/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.