Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Forme e tecniche di comunicazione nell'ambito delle investigazioni di Polizia Giudiziaria: analisi e proposte

La tesi analizza e propone alcune forme e tecniche di comunicazione, anche interculturali, che potrebbero essere utilizzate nell’ambito delle investigazioni di Polizia Giudiziaria. L’intento è quindi quello di evidenziare come le usuali e più conosciute tecniche investigative non possono più prescindere dal far proprie le forme di comunicazione verbale, non verbale e paraverbale come nuove forme di analisi e sinergico supporto investigativo. Negli ambienti giudiziari è risaputo che, il più delle volte, il successo investigativo e quindi l’identificazione del colpevole, soprattutto in occasione di gravi delitti come l’omicidio, il sequestro di persona a scopo di estorsione, violenza sessuale, ecc.. , avviene nelle ore immediatamente successive alla commissione dello stesso, attraverso l’esame testimoniale delle persone vicine alla vittima ( o alla vittima stessa come nel caso, p.e. della violenza sessuale). Ecco che allora avere una buona dimestichezza e conoscenza delle varie tecniche di comunicazione ( paraverbali, piuttosto che di P.n.l.) da parte dell’investigatore, potrebbe garantire esiti sempre più favorevoli nelle attività d’indagine che andrà a svolgere. Il buon investigatore non può, inoltre, esimersi dal conoscere gli approcci comunicativi da utilizzare al meglio quando si trova in presenza di un minorenne quando è vittima, testimone o piuttosto quanto è l’autore del reato. L’ultima analisi riguarda le varie implicazioni comunicative –investigative connesse in presenza di persone straniere.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE “Siamo tutti uguali e allo stesso tempo diversi” 1 Con il trattato in esame vorrei tentare di analizzare e di proporre alcune forme e tecniche comunicative che, sebbene già conosciute negli ambienti giudiziari nonchè oggetto di studio della moderna criminologia, trovano ancora difficile applicazione nell’ambito delle scienze investigative ed in particolare nelle quotidiane attività di Polizia Giudiziaria. La tesi che propongo ha quindi l’intento di svelare la scienza della comunicazione analizzandola dal punto di vista di un Poliziotto, quale io sono, che da circa vent’anni svolge quotidianamente attività di indagine. L’intento è quello, inoltre, di evidenziare come le usuali e più conosciute tecniche investigative non possono più prescindere dall’incontrare ed apprendere i molteplici modelli di comunicazione verbale, non verbale e paraverbale come nuove forme di analisi e sinergici supporti investigativi. Negli ambienti investigativi è prassi comune pensare che, il più delle volte, il successo di un’indagine e quindi l’identificazione del colpevole, soprattutto in occasione di gravi delitti come l’omicidio, il sequestro di persona a scopo di estorsione, violenza sessuale, piuttosto che altri di pari gravità, avviene nelle ore immediatamente successive alla commissione dello stesso attraverso l’esame testimoniale delle persone vicine alla vittima ( o alla vittima stessa come nel caso, per esempio, della violenza sessuale). Ecco che allora avere una buona dimestichezza e conoscenza delle varie tecniche di comunicazione (soprattutto paraverbali, di P.n.l. e delle nuove metodologie figlie della psicologia investigativa), potrebbe garantire all’investigatore esiti sempre più favorevoli nelle attività d’indagine che andrà a svolgere. L’efficiente detective non può, quindi, esimersi dal conoscere tali approcci comunicativi da utilizzare al meglio quando deve esaminare il protagonista attivo o passivo del delitto, soprattutto quando si trova in presenza di un minorenne vittima, testimone o piuttosto quando è l’autore del reato medesimo. Parimenti, non può evitare di approfondire le conoscenze investigative 1 K.Gervasi – R.Mongardini, Elementi di comunicazione e P.N.L, Editrice Salentina, Galatina (LE) 2006, p.5

Tesi di Master

Autore: Alessandro Coltro Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1629 click dal 12/06/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.