Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Una nuova tecnica di compensazione dinamica dei convertitori SAR

Viene presentata un'analisi delle non linearità intrinseche nel principio di funzionamento dei convertitori analogico/digitali ad approssimazioni successive (SAR). Quindi vengono evidenziati tali effetti in termini frequenziali (distorsione di fase) e poi viene proposta una tecnica di compensazione digitale di tali non linearità. Infine viene riportata un'analisi quantitativa della tecnica al fine di avere uno strumento oggettivo per la progettazione della compensazione e per conoscere a priori l'efficienza della compensazione. La tesi è stata oggetto di un lavoro pubblicato in un workshop internazionale sui convertitori A/D.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE I convertitori A/N assumono sempre piø un ruolo rilevante negli attuali sistemi numerici di misura. In generali tali sistemi vengono progettati considerando un comportamento ideale da parte dei convertitori A/N: si assume, cioŁ, che essi siano affetti solo dall’errore di quantizzazione. In realt i convertitori reali mostrano caratteristiche ben lontane dal loro comportamento ideale, ed Ł importante determinare tali caratteristiche ed eventualmente correggerle. Esistono diverse problematiche di non idealit dei convertitori A/N (si veda lo IEEE Std. 1057 [38]), ma una delle piø importanti Ł la non linearit in quanto essa determina il fatto che in uscita al convertitore si hanno, oltre alla frequenza del segnale in ingresso, una serie di armoniche con un certo valore di ampiezza. Pertanto un’esigenza particolarmente sentita nel settore dei convertitori A/N Ł la compensazione delle loro non linearit . Si conoscono diverse tecniche di compensazione della non linearit di un convertitore [6], [9], [11], [19], [37]. Negli ultimi anni l’attenzione scientifica Ł principalmente focalizzata sulle tecniche di compensazione di tipo post-processing. In esse la compensazione avviene (in modo software o hardware) direttamente sui codici in uscita dal convertitore senza apportare modifiche all’architettura del convertitore o condizionare il segnale all’ingresso del convertitore stesso. In quest’ambito rientrano, ad esempio, tecniche di dithering completamente digitale che effettuano una elaborazione numerica sui codici in uscita dal convertitore cercando di scorrelare l’errore (dovuto alle non linearit ) mediante generatori numerici pseudo-casuali ([35], [36], [37]). Una caratteristica

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Luigi Iannelli Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1558 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.