Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il cinema e la postmodernità: il caso di Quentin Tarantino

Il primo capitolo è uno studio della corrente postmoderna nei vari campi della cultura, partendo dalla filosofia e passando per l'arte e l'architettura, fino a giungere alla letteratura.
Il secondo capitolo è incentrato sullo studio del cinema postmoderno, sulle sue strategie tecniche e sulle sue finalità. Come esempio di regista del cinema postmoderno ho esaminato il lavoro di Quentin Tarantino e i suoi film

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo 1 L’avvento del Postmoderno 1.1 Dal Moderno al Postmoderno Non c’è mai stata un’epoca che non si sia sentita, nel senso eccentrico del termine, ‘moderna’ e non abbia creduto di essere immediatamente davanti ad un abisso. La lucida coscienza disperata di stare nel mezzo di una crisi decisiva è qualcosa di cronico nell’umanità. Ogni epoca si presenta irrimediabilmente moderna. W. BENJAMIN La modernità si è inizialmente definita in opposizione all’epoca immediatamente precedente: l’antichità, ma il termine “moderno” nel Medioevo aveva un significato svalutativo perché inteso come recente in quanto decadente e la distinzione tra antichi e moderni stava infatti a significare una superiorità degli antichi sui moderni, perché l’antichità era il luogo stesso dei veri valori, dei valori eterni. Verso la fine del XII secolo comincia però ad introdursi l’idea di un’accumulazione storica che diventa senso del progresso e così si conferisce al moderno, al novum, un primato sull’antico e si diffonde l’idea che ciò che è moderno è migliore rispetto a ciò che è passato. Valore portante della modernità è proprio il mito del progresso necessario ed infinito, ovvero l’idea che la storia tende al meglio grazie anche alla capacità dell’uomo d’indirizzarne il corso, ma la crisi del moderno si è delineata proprio a partire da esperienze che hanno minato dalle fondamenta l’idea di progresso: la bomba atomica ed Auschwitz che

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Eliana Bruni Contatta »

Composta da 70 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5900 click dal 07/07/2009.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.