Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le determinanti dell'inflazione: aspetti teorici ed empirici

L’interesse che in me ha attratto la discussione, mi ha indotto a procedere dapprima ad un excursus teorico dell’inflazione spiegando cosa sia, quali siano gli indici per misurarla sia a livello nazionale che europeo, e passando poi infine a parlare degli altri fenomeni legati sempre allo squilibrio del livello generale dei prezzi sia in positivo che in negativo. Nel secondo capitolo, sono passata ad illustrare prima quali siano le teorie che tentano di dare una spiegazione al fenomeno inflazionistico e poi ho illustrato la questione sorta circa la curva di Phillips esponendo le sue principali caratteristiche e le critiche che le sono state fatte.
L’ultima parte del mio lavoro, il terzo capitolo, è dedicata in parte alla storia che ha portato alla formazione dell’Unione monetaria europea (UME) e in parte tratta dell’inflazione percepita dagli italiani nel periodo compreso tra il 1998 e il 2002, anni in cui c’è stato il passaggio alla moneta unica europea (Euro) e dell’inflazione negli ultimi mesi nell’Euro zona.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE L inflazione Ł un fenomeno iniquo; esso disturba il funzionamento del meccanismo chiave dell allocazione delle risorse nelle economie di mercato ed ha effetti redistributivi, potenti e ciechi. La consapevolezza che l inflazione, se elevata, pu causare questi ed altri danni ha condotto il nostro paese cos come la comunit europea, a perseguire l obiettivo della stabilit dei prezzi . Oggi l Italia pu considerarsi soddisfatta giacchØ l inflazione Ł scesa su livelli senza precedenti nel dopoguerra anche se accompagnata da una caduta del reddito del 5% annuo. Tuttavia, il clima di stabilit e di certezza econo mica in questo periodo raggiunto, non pu cancellare dalla memoria di tutti gli italiani quei lunghi periodi caratterizzati da una crescita notevole dei prezzi. In Italia, infatti, dalla crisi energetica del 1973 fino alla prima met degli anni ottanta il tasso d inflazione Ł stato a due cifre. In questo periodo il processo inflazionistico ha generato diversi effetti negativi, ma nonostante questo un merito gli si deve riconoscere: gli economisti infatti, stimolati dall intensit del fenomeno, hanno aperto un ampio dibattito su quali potevano essere le probabili cause ed i possibili effetti dell inflazione. Tale dibattito, che si Ł avvalso degli interventi, delle opinioni, delle osservazioni teoriche, e delle ricerche empiriche di tanti studiosi, ha cos arricchito notevolmente la teoria macroeconomica. L interesse che in me ha attratto la discussione, mi ha indotto a procedere dapprima ad un excursus teorico dell inflazione spiegando cosa sia, quali siano gli indici per misurarla sia a livello nazionale che europeo, e passando poi infine a parlare degli altri fenomeni legati sempre allo squilibrio del livello generale dei prezzi sia in positivo che in negativo. Nel secondo capitolo, sono passata ad illustrare prima quali siano le teorie che tentano di dare una spiegazione al fenomeno inflazionistico e poi ho illustrato la questione sorta circa la curva di Phillips esponendo le sue principali caratteristiche e le critiche che le sono state fatte. L ultima parte del mio lavoro, il terzo capitolo, Ł dedicata in parte alla storia che ha portato alla formazione dell Unione monetaria europea (UME) e in parte tratta dell inflazione percepita dagli italiani nel periodo compreso tra il 1998 e il 2002, anni in cui c Ł stato il passaggio alla moneta unica europea (Euro) e dell inflazione negli ultimi mesi nell Euro zona.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Simona Corrado Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1508 click dal 15/07/2009.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.