Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo di una DNA microarray per la rilevazione di microrganismi decloruranti in matrici ambientali contaminate da composti organici policlorurati

I composti organici clorurati, classe eteregenea di composti che ha avuto largo impiego come pesticidi, solventi, lubrificanti, reagenti, sono conosciuti come inquinanti a causa della loro tossicità e persistenza nell'ambiente. Alcuni microrganismi sono naturalmente capaci di degradare tali composti come fonte di energia a composti a peso molecolare minore che presentano tossicità minore o nulla. Lo scopo della tesi è lo sviluppo di un DNA microarray basato sulla tecnica LDR in grado di rilevare la presenza in termini qualitativi e quantitativi di tali procarioti e monitorare i siti contaminati durante interventi di biorisanamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 1. INTRODUZIONE 1.1 INQUINANTI ORGANICI CLORURATI I composti organici clorurati sono una classe eterogenea di molecole che comprende clorurati alifatici (es. clorometano, diclorometano, cloroformio, clorofluorocarburi (CFC), vinilcloruro) e clorurati aromatici (es. policlorobifenili (PCB), dibenzodiossine policlurate (PCDD), policlorofenoli (PCP), clorobenzeni (CB), DDT e derivati). Tra gli utilizzi principali risultano ritardanti di fiamma, fluidi refrigeranti, agenti antischiuma, solventi, reagenti chimici, plastiche, lubrificanti, pesticidi, armi chimiche. Alcuni esempi di organoclorurati sono riportati in Tabella 1: COMPOSTI CLORURATI ALIFATICI CLOROMETANO CLOROFORMIO FOSGENE VINILCLORURO (VC) TRICLOROETILENE (TCE) PERCLOROETILENE (PCE) COMPOSTI CLORURATI AROMATICI 2-CLOROFENOLO DICLORO-DIFENIL-TRICLOROETANO (DDT) DIOSSINA (TCDD) POLICLOROBIFENILI (PCB) Tabella 1: Alcuni esempi di composti organici clorurati

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Giacomo Bucchi Contatta »

Composta da 46 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 471 click dal 29/05/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.