Skip to content

Analisi della qualità di modelli digitali del terreno (DTM) derivati da mappe a curve di livello

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Angelini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria civile e ambientale
  Relatore: Luca vittuari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

Nel presente elaborato verranno presentate le due principali strutture (TIN e GRID) utilizzate per la generazione di modelli digitali del terreno e, in particolare, di quelli derivanti da mappe a curve di livello. Attraverso il software WinRoad verrano poi esaminate tre applicazioni riferite a tre differenti aree campione, aventi differenti caratteristiche morfologiche, andando a valutarne tramite determinati criteri la precisione nella rappresentazione della superficie reale. I risultati ottenuti saranno poi confrontati con le specifiche tecniche e le classificazioni dei modelli, in base alla loro precisione, riportati nel testo dell'Intesa Stato-Regioni (il cui testo integrale è disponibile sul sito www.intesagis.it).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Oggigiorno, l’approccio più utilizzato dalla maggior parte delle società che producono ampi database del territorio all’interno dei progetti GIS (Sistemi Informativi Territoriali) nella generazione di modelli digitali del terreno (DTM), consiste nell’acquisire dati, da digitalizzare ed analizzare, a partire dalle curve di livello di una carta topografica. Le ragioni di questa modalità di procedere sono principalmente funzionali ed economiche. In molti paesi, infatti, sono disponibili carte topografiche dettagliate e di recente produzione. Sfruttando tecnologie che permettono la scansione automatica e il passaggio in formato vettoriale di tali carte, le curve di livello possono essere digitalizzate, con costi ridotti, ed utilizzate come dati di partenza per la realizzazione di un DTM. Il grado di precisione con cui tali curve di livello rappresentino la reale morfologia del terreno varia sensibilmente in funzione di numerosi fattori, quali la qualità e la scala delle fotografie aeree, la precisione del dispositivo fotogrammetrico utilizzato e dall’abilità dell’operatore, che sono difficili e costosi da valutare; questi tre fattori possono variare sensibilmente da una carta all’altra e persino all’interno della carta stessa. Nessun altro dato, come la presenza di cigli o punti di quota, viene generalmente sfruttato né per migliorare la precisione né per valutare l’affidabilità del modello. Tali dati supplementari, utili per migliorare le prestazioni di un struttura TIN e, in minor misura, di una griglia, sono costosi o difficili da acquisire nel caso di ampie regioni. Perciò sia le aziende pubbliche che private, coinvolte nella realizzazione dei DTM, non investono ulteriori risorse per averli a disposizione. Attraverso la creazione di DTM da queste curve di livello, dunque, i dati di partenza sono già di per se degradati, indipendentemente dall’efficacia dell’algoritmo scelto per generare i DTM. Pertanto, è necessario investire nella ricerca e nello sviluppo di nuovi approcci per l’acquisizione, memorizzazione ed analisi automatizzata dei rilievi. In questa direzione, nel Luglio del 2007 a Roma è stato presentato, dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Piano straordinario di telerilevamento ambientale ad alta precisione per le aree ad alto rischio idrogeologico: l’obiettivo del Piano Straordinario è quello di avviare, per la prima volta, la costituzione di una Database rappresentativo del territorio Nazionale, con particolare riguardo alla sua configurazione, al suo rapporto con l’ambiente; un database ad altissima risoluzione, e ad elevato valore aggiunto, da ottenersi tramite l’utilizzo delle tecnologie più evolute che le piattaforme satellitari e su aeromobili rendono attualmente disponibili, che dovrà rappresentare un valido contributo alle attività di governo del territorio, supportando in particolare le attività di topografia, cartografia e fotogrammetria numerica, i modelli digitali del terreno, i Sistemi Informativi Territoriali e, soprattutto, i Sistemi Informativi di Supporto alle decisioni. I DTM

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

curve di livello
diagrammi di voronoi
funzione di radiali di base di tipo spline
georeferenziazione
grid
interpolazione
isoipsa
kriging
mappa a curve di livello
modello digitale del terreno
ortofoto
triangolazione di delaunay
triangulated irregular network

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi