Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La cooperazione tra l'Unione europea e i paesi del Maghreb

Le nuove relazioni dell'Unione Europea con i paesi del Maghreb implicano un approccio globale così come posto dalla Conferenza di Barcellona.
La pressione demografica, l'immigrazione, il confronto con culture e religioni diverse dalla tradizione europea rendono necessario un nuovo tipo di relazione con questi paesi, dirette alla realizzazione di un area di libero scambio, di una zona in cui la sicurezza e la pace siano presupposti fondamentali per un dialogo culturale e sociale.
Il nuovo Partenariato euro-mediterraneo è la sfida dell'Unione Europea per un integrazione reale tra le economie e le culture dell'area mediterranea, per superare il ritardo di sviluppo della sponda nordafricana ed affermare il trinomio democrazia-sviluppo-sicurezza.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO I LA SITUAZIONE SOCIO-POLITICA DEI PAESI DEL MAGHREB § 1. Il Maghreb come entità geopolitica Il Maghreb, "il luogo dove tramonta il sole", è una delle zone del pianeta dove i problemi geopolitici sembrano oggi particolarmente complessi. La loro gravità ha provocato una forte tensione nella regione stessa, tra gli uomini e le donne che vivono in quei territori o che ne sono originari, mobilitando l'attenzione dell'opinione pubblica internazionale. Quest'area ha sempre svolto un ruolo molto importante nelle recenti trasformazioni che hanno riguardato i cosiddetti Paesi in Via di Sviluppo (PVS): il processo di decolonizzazione si è sviluppato prima nel Maghreb, assumendo una connotazione drammatica con la guerra d'Algeria (1954-62), comparabile per lunghezza e atrocità solo a quella d'Indocina (1947-54). Sempre il Maghreb sembra essere pietra di paragone per i futuri sviluppi che si avranno col Partenariato euromediterraneo, ricordando che proprio nei rapporti con tali paesi è nata quest'idea. Il Maghreb però va incontro ad una difficile unità che si è scontrata spesso in passato con la rivalità tra i diversi paesi, soprattutto Marocco ed Algeria, espressione non solo di conflitti territoriali, ma anche di concorrenze tra differenti tipi di forze politiche o religiose. Con la ripresa delle politiche d'unità maghrebine nel 1988 e con la creazione dell'Unione del Maghreb Arabo (UMA) nel 1989, l'integrazione regionale si è andata rafforzando ma senza riuscire ad esprimersi pienamente. Una problematica geopolitica che incide in maniera determinante sullo sviluppo di tali paesi, è l'islamismo, che, nelle sue espressioni radicali, si fa portatore di un progetto globale in cui il Corano (o più precisamente una sua

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Stefano Pacifico Contatta »

Composta da 225 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5168 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.