Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marsiglia arcaica e classica

La tesi indaga sulla storia della colonia greca di Marsiglia, fondata nel 600 a. C. da un gruppo di Focei emigrati, in età arcaica e classica. Questa storia viene esaminata sotto tre punti di vista: in primo luogo menzionando le controversie legate alla data di fondazione e il contesto della fondazione stessa, successivamente riassumendo l'andamento della vita politica della polis focea, infine tracciando un quadro dell'economia. Proprio l'economia, come si evince dal testo del documento, fu il punto di forza della polis focea, consentendole di esercitare un ruolo chiave nelle vicende del Mediterraneo Occidentale

Mostra/Nascondi contenuto.
3    INTRODUZIONE La storia di Marsiglia greca è stata ampiamente approfondita dalla storiografia francese, ma più trascurata in Italia e in altri paesi europei. Per questo motivo mi è sembrato utile riconsiderare la storia della città, prendendo in esame il periodo di tempo compreso tra la fondazione e la fine del IV secolo a. C. La colonizzazione, avvenuta per opera dei Focei intorno al 600 a. C., diede un’impronta decisiva all’orientamento economico della città: fondata sulle bocche del Rodano da un gruppo di commercianti giunti dall’Asia Minore, a tutt’oggi Marsiglia basa la sua attività economica sul commercio e trova un punto di forza nel suo porto. Non è un caso, credo, che nel quartiere del Vieux-Port sia interrata una lastra che commemora la fondazione del 600 e che Marsiglia venga definita “La cité phocéenne” e i suoi abitanti “Les Phocéens”: la città provenzale deve sicuramente molto ai suoi antichi colonizzatori. Il lavoro si concentrerà in modo particolare, come si è detto, sull’età arcaica e classica, ossia sul periodo di tempo compreso tra il 600 a. C. e la fine del IV secolo a. C., e prenderà in esame le vicende di Marsiglia (che chiamerò Massalia dal suo nome greco, Massal…a) da tre punti di vista differenti: 1) Nel primo capitolo mi soffermerò sulle vicende legate alla fondazione: renderò conto della discussione riguardante la data esatta della colonizzazione, prenderò in esame il racconto leggendario di Proti e Gipti riportato da Aristotele e Giustino, traccerò un quadro dei culti che i colonizzatori portarono a Massalia e infine chiarirò la natura dell’insediamento foceo sulle bocche del Rodano. 2) Nel secondo capitolo tratterò la vita politica e sociale della polis focea. Mi occuperò innanzitutto della politica estera, partendo dagli effetti della battaglia di Alalia sullo sviluppo di Massalia, passerò in rassegna i principali eventi che videro coinvolta la città nei primi secoli della sua esistenza e mi concentrerò soprattutto sui legami instaurati con le altre potenze del Mediterraneo occidentale, Cartagine e Roma, che tanta importanza ebbero per la storia della città in età ellenistica e romana. Inoltre, analizzerò la vita politica interna (e, in particolare, lo sviluppo

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Christian Turba Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 334 click dal 17/07/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.