Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione di un amplificatoire operazionale su plastica

La mia tesi è stata dedicata alla progettazione di un Amplificatore operazionale su Plastica che è una nuova tecnologia in via di sviluppo e sperimentazione rispetto alle consolidate Bipolare,Cmos e BiCmos con caratteristiche innovative una delle quali è la flessibilità meccanica che apre all'elettronica nuovi mercati di utilizzo....

Mostra/Nascondi contenuto.
 3    1 INTRODUZIONE 1.1 Premessa Oggigiorno parte integrante di qualsivoglia dispositivo elettronico, multimediale o meno, è l’amplificatore, ossia un dispositivo capace di aumentare l’ampiezza o il livello di una grandezza fisica, variabile nel tempo, senza alterare la forma d’onda. Gli amplificatori sono costituiti da uno o più componenti attivi, da componenti passivi e da una sorgente esterna di energia. All’interno della famiglia degli amplificatori elettronici particolare importanza riveste l’«amplificatore operazionale», che è sostanzialmente un amplificatore differenziale accoppiato in continua caratterizzato da un elevato guadagno (idealmente infinito). Attualmente, le tecnologie con le quali è realizzabile un amplificatore operazionale general purpose o di uso specifico sono la, BIPOLARE, la CMOS e la BiCMOS basate sull’utilizzo di elementi attivi di silicio, si sta sviluppando, però, una nuova tecnologia basata sull’utilizzo di elementi attivi su plastica. Il lavoro della presente tesi di laurea è stato dedicato alla progettazione e alla simulazione mediante il software CAD di simulazione PSpice di ORCAD di un amplificatore operazionale su plastica.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Pierpaolo Lombardo Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 556 click dal 23/07/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.