Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le caratteristiche dei MMORPG (Massively Multiplayer Online Role Playing Games) che conducono alla dipendenza

Il tema trattato nel mio lavoro è certamente uno di quei fenomeni dilaganti, correlato alla diffusione massiccia della Rete nelle case di una larga porzione degli abitanti del mondo occidentalizzato. La dipendenza dai MMORPG fa la sua comparsa all’inizio del nuovo millennio, momento in cui vengono promulgati su Internet la maggior parte dei giochi di ruolo “di massa” tuttora presenti online. La dipendenza dai MMORPG, data la recente comparsa di questo tipo di giochi, è stata trattata quasi esclusivamente nell’ambito della ricerca statunitense e molti punti rimangono attualmente aperti e scottanti.
Nel mio elaborato mi sono preoccupata soprattutto di evidenziare le possibili correlazioni tra la struttura dei MMORPG e alcune caratteristiche comuni ai giocatori che ne diventano dipendenti. Ritengo infatti che solo alcune persone sviluppano una dipendenza che arrivi a comprometterne la vita, e che ciò sia dovuto al fatto che queste siano “agganciate” da alcune caratteristiche specifiche dei MMORPG.
Il mio lavoro, partendo dalla lettura critica degli articoli, dei testi e delle ricerche disponibili, propone una descrizione della dipendenza dai MMORPG secondo il seguente punto di vista: i MMORPG sono strutturati in maniera tale da indurre una modalità di fruizione del gioco che spesso si evolve in una dipendenza clinicamente significativa; a questa visione si accosta l’ipotesi che, nonostante non si possa parlare di personalità pretossicomane, vi siano delle caratteristiche nella personalità di alcuni giocatori che favoriscono maggiormente l’insorgere di una dipendenza.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 INTRODUZIONE Se non mi fosse mai accaduto di dover tornare a casa in gran fretta per poter spedire le flotte lontano dal pianeta per paura di un attacco nemico, non avrei certamente cominciato a riflettere sulla rilevanza che un gioco può avere nella vita di un individuo. Questo evento, che mi riguarda trasversalmente poiché il “comandante” delle flotte non ero io in prima persona, è solo un sintomo di un fenomeno in larga diffusione che, per la sua freschezza e novità, non tutti forse conoscono: la dipendenza dai Massively Multiplayer Online Role Playing Games (MMORPG), i giochi di ruolo di massa online per più utenti. Le motivazioni che mi hanno spinto alla stesura di un elaborato riguardo a tale argomento sono innanzitutto di carattere personale: molti dei miei amici hanno posto in essere comportamenti molto simili a quelli descritti nei capitoli di questa tesi, seppure non siano arrivati a compromettere la loro vita. Tale esperienza mi ha fornito l’ispirazione necessaria ad addentrarmi in un tema che, a mio parere, dovrebbe essere approfondito e divulgato in campo psicologico. La seconda motivazione è infatti di carattere scientifico: ritengo che per un’aspirante psicologa sia necessario conoscere gli aspetti “dannosi” delle nuove tecnologie, per non rimanere impreparata di fronte ad una possibile richiesta di aiuto da parte di un giocatore dipendente da MMORPG. Il tema trattato nel mio lavoro è certamente uno di quei fenomeni dilaganti, correlato alla diffusione massiccia della Rete nelle case di una larga porzione degli abitanti del mondo occidentalizzato. La dipendenza dai MMORPG fa la sua comparsa all’inizio del nuovo millennio, momento in cui vengono promulgati su Internet la maggior parte dei giochi di ruolo “di massa” tuttora presenti online. La dipendenza dai MMORPG, data la recente comparsa di questo tipo di giochi, è stata trattata quasi esclusivamente nell’ambito della ricerca statunitense e molti punti rimangono attualmente aperti e scottanti. Nel mio elaborato mi sono preoccupata soprattutto di evidenziare le possibili correlazioni tra la struttura dei MMORPG e alcune caratteristiche comuni ai giocatori che ne diventano dipendenti. Ritengo infatti che solo alcune persone sviluppano una

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze dell'Educazione

Autore: Camilla Stellato Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2355 click dal 13/10/2009.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.