Skip to content

La percezione della violenza negli adolescenti

Informazioni tesi

  Autore: Barbara Bisci
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in tesi di specializzazione in Pedagogia clinica
Anno: 2009
Docente/Relatore: Gloria Guadalupi
Istituito da: Scuola di Formazione "Dia Logos" - Brindisi-
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

Oggi basta leggere un quotidiano, sfogliare una rivista o guardare la tv per essere “aggrediti” da una fitta pioggia di cronaca nera e convincersi di vivere in un mondo, ormai, estremamente violento; così, sicuramente un pò a tutti, sarà capitato di fare osservazioni del tipo: “Ma in che mondo viviamo? Ormai si uccide per niente.....Abbiamo toccato il fondo”!
Forse siamo sopraffatti da questi pensieri o facciamo queste osservazioni perché non riflettiamo o, semplicemente, non ricordiamo.
Difatti, un pò tutti pensiamo che l’unica violenza sia quella che Galtung chiama diretta, cioè quella che viene compiuta da un attore sociale violento direttamente su un’altra persona (omicidi, calunnie, aggressioni verbali); Ma perché? La violenza culturale? La cosiddetta violenza in nome di una nazione? Non è un’azione criminale anche quella? O ci si vuole convincere che in guerra tutto è consentito se viene fatto in nome di un’esigenza, o come la chiamerebbe qualcuno, di una ragione politica?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Vivo in un’epoca in cui noi abbondiamo in esempi incredibili di quel vizio…..e non si trova niente nelle storie antiche di più grave di quello che noi proviamo ogni giorno. Ma ciò non mi ci ha affatto addomesticato. Mi potevo appena persuadere, prima di aver veduto, che si fossero trovate anime così mostruose che, per il solo piacere dell’assassinio, lo volessero commettere: tagliare e squartare le altrui membra; aguzzare il proprio cervello per inventare nuovi tormenti inusitati e morti nuove, senza inimicizia, senza vantaggio, e per il solo scopo di godere il piacevole spettacolo dei gesti e dei movimenti compassionevoli, dei gemiti e delle voci lamentose di un uomo morente fra gli stazi 1 Montaigne Ogni giorno siamo inevitabilmente bombardati, attraverso i mass media, di messaggi violenti: di immagini di guerre e devastazioni, di manifestazioni di odio ed aggressività, che progressivamente indeboliscono le nostre difese nei confronti della violenza stessa, che finisce per essere accettata come modalità di espressione. Pertanto, se è vero che oggi media, comunità scientifica, forze dell’ordine sono particolarmente attenti ai fenomeni di violenza perpetrata dagli adolescenti, è altrettanto vero che questi fenomeni stanno generando uno stato d’allerta e d’emergenza tale da portare alla impellente necessità di intervenire per contrastare il fenomeno. Ho riportato, di seguito, la citazione datata 1928 di un famoso psicologo americano, Stanley Hall. Tale citazione ci fa comprendere che, nonostante 1 De Montaigne M. “Saggi”, a cura di V. Enrico, Milano, Mondadori 1986. Libro II, p. 112

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adolescenza
aggressività
chi è il pedagogista clinico?
comunicazione e violenza
famiglia e violenza
galtung
gruppo dei pari e violenza
i giochi cooperativi
il triangolo della violenza
la pedagogia clinica
mass media e violenza
minaccia
molestia
nemico
pedagogista clinico
pedagogista e scuola
ricerca sulla violenza
scuola e violenza
sicurezza e insicurezza
stereotipi sociali e violenza
violenza
violenza ieri e oggi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi