Skip to content

Responsabilità sociale d'impresa e cause related marketing

Informazioni tesi

  Autore: Enza Giambalvo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Psicologia
  Relatore: Custodia Caponetto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

La globalizzazione è un processo che ha portato a numerose trasformazioni in ambito economico. Inoltre il grande sviluppo dei mezzi di comunicazione e del mercato della tecnologia imprenditoriale ha determinato una concorrenza estremamente forte, tale da dirigere la distintività dell’offerta dalle caratteristiche fisiche e funzionali all’aspetto immateriale, ovvero ai valori di cui il prodotto è portatore e con cui il consumatore si identifica.
I consumatori, oggi, con l’aumento dei livelli culturali, per le maggiori capacità critiche acquisite ed un aspettativa pessimistica nel breve periodo, richiedono all’impresa maggior trasparenza e un comportamento non finalizzato esclusivamente alla massimizzazione del profitto, ma rivolto alle ripercussioni sociali del proprio agire.
Parallelamente viene abbandonata la visione dell’impresa come attore puramente economico e isolato dal contesto, a favore di una prospettiva in cui l’organizzazione codetermina il suo ambiente, ha un livello di complessità elevato e può essere considerata un organismo multiculturale in perenne interrelazione con l’ambiente circostante e alla ricerca di un orientamento condivisibile. L’evoluzione del rapporto impresa-ambiente ha comportato un cambiamento nell’orientamento strategico delle imprese e conseguentemente un ampliamento delle responsabilità in gioco.
L’impresa si ritrova a ricercare nuove vie di senso del proprio agire organizzativo attraverso la valorizzazione del rapporto di fiducia tra i vari soggetti aziendali e l’attenzione verso il concetto di “qualità”, che comportano una riflessione sull’operato dell’impresa e sull’assunzione di responsabilità, intesa come soddisfazione dell’attesa sociale, al di là del semplice rispettare le leggi vigenti.
Questa considerazione porta ad una ridefinizione del concetto di portatore d’interesse; il cosiddetto stakeholder che Freeman [1984] indica come un individuo o un gruppo che può influire o essere influenzato dalle attività dell’impresa. In questo modo le responsabilità dell’impresa si estendono anche a coloro che non apportano contributi diretti alla creazione del valore dell’azienda, ma sui quali ricadono gli effetti positivi e negativi delle attività dell’impresa stessa; di conseguenza l’organizzazione assume il ruolo di protagonista sociale il cui compito è quello di creare non solo valore economico ma anche valore ambientale e sociale [Perrini 2003].
In tal senso si è espressa recentemente la Commissione delle Comunità Europee [2001] per la quale la Responsabilità Sociale d’Impresa comporta un’attenzione alla dimensione interna dell’organizzazione, mentre al suo esterno implica il coinvolgimento, oltre che degli azionisti e dei dipendenti, anche dei fornitori, dei partner commerciali, dei clienti, dei poteri pubblici e delle ONG (Organizzazioni Non Governative), al fine di buone collaborazioni commerciali fondate su rapporti equi e affidabili.
Il complesso dibattito concettuale inerente il Cause Related Marketing si inserisce in un quadro economico, politico, sociale, profondamente trasformato da processi globalizzanti. Infatti è considerata da alcuni Autori [Sciarelli 1998; Manfredi 1998; Cantoni 2003, 2004; Duranti 2003] come un’iniziativa inserita tra le attività correnti di marketing di un’impresa che assume responsabilità sociale; mentre, altri Autori [Meandri e Zamagni 2001; Baccarani e Giaretta 2004] lo considerano l’attività principale con cui l’impresa può esprimere il proprio Social Commitment, ovvero lo sviluppo di comportamenti di responsabilità aziendali fondati su un impegno volontario verso i temi sociali.
Il presente elaborato intende analizzare i concetti di Responsabilità Sociale d’Impresa e di Cause Related Marketing.
Il primo capitolo illustra il quadro generale all’interno del quale si sviluppano gli argomenti proposti e l’estensione del concetto di responsabilità: nello specifico sono analizzati gli effetti psicologici che l’assunzione di responsabilità sociale comporta all’interno dell’organizzazione e nel rapporto cliente/consumatore, come l’aumento della risorsa fiducia e della fedeltà alla marca, l’aumento del grado di identificazione organizzativa tra i dipendenti e la soddisfazione del Sè del consumatore, esamina il tema della legittimazione sociale dell’assunzione di RSI ed espone il progetto CSR/SC del Ministero del Welfare e le critiche a quest’ultimo.
Il secondo capitolo mette a confronto le posizioni contrastanti circa la relazione Cause Related Marketing e la Responsabilità Sociale d’Impresa, descrivendo gli obiettivi strategici perseguibili quali il consolidamento dell’immagine e del capitale sociale.
Nell’ultima parte del II capitolo sono esposte alcune ricerche relative alle motivazioni e agli scopi che portano le imprese ad utilizzare programmi di CRM e sugli atteggiamenti dei consumatori nei confronti del CRM e della RSI.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La globalizzazione è un processo che ha portato a numerose trasformazioni in ambito economico [Sarchielli 1996; Baccarani e Giaretta 2000; Pitteri, Picucci e Villani 2002; Michelini 2003; Molteni e Devigili 2004]. Inoltre il grande sviluppo dei mezzi di comunicazione e del mercato della tecnologia imprenditoriale ha determinato una concorrenza estremamente forte, tale da dirigere la distintività dell’offerta dalle caratteristiche fisiche e funzionali all’aspetto immateriale, ovvero ai valori di cui il prodotto è portatore e con cui il consumatore si identifica [Sciarelli 1998; Baccarani e Giaretta 2000]. I consumatori, oggi, con l’aumento dei livelli culturali, per le maggiori capacità critiche acquisite ed un aspettativa pessimistica nel breve periodo, richiedono all’impresa maggior trasparenza e un comportamento non finalizzato esclusivamente alla massimizzazione del profitto, ma rivolto alle ripercussioni sociali del proprio agire [Sciarelli 1998; Baccarani e Giaretta 2000; Molteni e Devigili 2004, Martinengo 2004]. Parallelamente viene abbandonata la visione dell’impresa come attore puramente economico e isolato dal contesto, a favore di una prospettiva in cui l’organizzazione codetermina il suo ambiente, ha un livello di complessità elevato e può essere considerata un organismo multiculturale in perenne interrelazione con l’ambiente circostante e alla ricerca di un orientamento condivisibile [Caselli 1993; 1998; 2004]. L’evoluzione del rapporto impresa-ambiente ha comportato un cambiamento nell’orientamento strategico delle imprese e conseguentemente un ampliamento delle responsabilità in gioco [Baccarani e Giaretta 2000].

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aspetto immateriale
asset
atteggiamento
brand equity
capitale sociale
cause related marketing
coinvolgimento organizzativo
consumatore
corporate social responsibility
crm
csr
effetti psicologici
immagine azienda
impresa
legittimazione sociale
marketing
orientamento al consumatore
responsabilità
resposabilità sociale d'impresa
rsi
stakeholder
tendenza di consumo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi