Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Indagini preliminari sulla determinazione del danno da incendi forestali. Il caso studio dell'incendio di Venafro (IS) del 2007

Valutazione del danno economico causato dagli incendi boschivi.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE  ________________________________________________________________________________________________   1    ________________________________________________________________________________________________ INTRODUZIONE L’incendio boschivo è un fenomeno che ha assunto in Italia il carattere di vera e propria calamità, esso è dovuto per il 98% all’azione negligente o criminale dell’uomo che, con gesti inconsulti o volontari, provoca l’evento ponendo a rischio l’incolumità pubblica, procura senso di insicurezza nel cittadino, determina distruzione e morte di piante ed animali con perdita di biodiversità, riduce sensibilmente il livello di sicurezza ambientale, nonché determina notevoli danni al patrimonio forestale nazionale. (Cesare Patrone 2006) Per contrastare efficacemente il fenomeno degli incendi boschivi in Italia sono state recentemente emanate leggi specifiche volte a punire gli autori di tali reati, i quali hanno anche l’obbligo del risarcimento dei danni procurati. Negli ultimi decenni il tentativo di molti economisti di quantificare un valore totale della foresta, compreso il valore economico-ambientale, si è basato sull’uso di numerose tecniche messe a punto per superare il problema fondamentale della mancanza di prezzi e di mercati per quei servizi ambientali del bosco che pure hanno una effettiva rilevanza economica. La necessità di effettuare tali stime si pone nella maggior parte dei casi quando il bosco subisce un danno rilevante ed è necessario stimarne la portata. Lo scopo del seguente lavoro è stato quello di quantificare in termini monetari l’entità del danno causato dal fuoco. Il caso studio analizzato è quello dell’incendio del Luglio 2007 che ha interessato i comuni di Venafro, Pozzilli e Conca Casale, in località Monte Vergine, nella provincia di Isernia. L'analisi economica è stata svolta seguendo il metodo riportato sul manuale dell’Accademia Italiana delle Scienze Forestali dal titolo "Valutazione dei danni da incendi boschivi", curato da Ciancio et al. (2007), opportunamente adattato al caso specifico per alcune voci di stima.  

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Michele Castaldi Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 880 click dal 11/09/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.