Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il padre nella psicoanalisi dell'anoressia

La tesi si è posta come obiettivo precipuo quello di mettere in rilievo il contributo che la figura paterna fornisce alla formazione psichica del bambino, fin dalle primissime fasi di vita, sia a livello fantasmatico che di vissuto reale e, come tale contributo, con particolare attenzione al rapporto padre-figlia, possa influire sullo sviluppo di una patologia che si manifesta durante l'adolescenza con risvolti, talvolta, drammatici.

Mostra/Nascondi contenuto.
1INTRODUZIONE LA CIVILTA’ DELL’IMMAGINE E L’IMMAGINE DEL CORPO La società attuale viene generalmente definita come società dell’immagine, a sottolineare che, mai nella storia, si è dato un così imponente sviluppo dell’aspetto visivo del vivere umano, della rappresentazione, del mostrare e del mostrarsi, dell’esibire. Come se il dato visibile riuscisse a rispecchiare ed incorporare tutte le possibili interiorità esistenti. Pertanto, si assiste ad un incessante svuotamento dell’intimità, portata allo scoperto da impietosi strumenti mediatici che riportano i ricavati di diapositive, pellicole, interviste, le quali rappresentano, tutte, feroci violazioni di ciò che dovrebbe essere tenuto nel riserbo. Se l’immaginare rappresenta una nobile facoltà umana, in tal caso, essa non viene esercitata attivamente. Le persone subiscono passivamente quell’enorme e poliedrica vetrina che è diventata la società. L’immagine, in tal forma, è un’immagine estranea, che si impone. La fantasia e l’intelletto umani creano immagini che si staccano dalla loro originaria collocazione mentale, per posizionarsi all’esterno e diventare degli idoli.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Elena Merolla Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2150 click dal 02/09/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.