Skip to content

L’immagine sonora. Studio e progettazione di scenari, usi e contesti comunicativi del suono

Informazioni tesi

  Autore: Pier Giuseppe Mariconda
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Guelfo Tozzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 167

Il concetto di design è un concetto in continua evoluzione. Anche il solo fatto di riuscirne a dare una definizione precisa risulta difficoltoso, vista l’estensione del suo raggio di azione. Più che una definizione cercheremo quindi di dare una descrizione del concetto di design, delle sue modalità e prassi. Costituiscono il design l'insieme delle attività di ricerca, ideazione e progettazione, tesi alla realizzazione di un prodotto, un oggetto, non necessariamente materiale. Al centro del processo di progettazione vi è linguaggio del prodotto. Il progetto diviene quindi progetto formale, non tecnico, uno schema, pensato con il fine di “realizzare qualcosa”, una forma percepibile attraverso i sensi. Secondo questa visione, il campo d’azione del design dovrebbe includere tutti i processi che hanno a che fare con la progettazione di “oggetti sensoriali”, esperibili con uno, o più, dei sensi a nostra disposizione. Ma c’è di più. Il design è capace non solo di produrre realtà materiali, ma anche di adempiere a funzioni comunicative. La progettazione formale può essere così considerata come un lavoro sui significati con la conseguenza che divengono indispensabili al design nozioni e conoscenze proprie della semiotica. Il designer deve riuscire a tradurre in segni i diversi aspetti della forma che sta producendo, ma lo deve fare in modo tale che questi risultino intellegibili dal potenziale “utente”. E’ importante quindi che nel suo progetto assegni alle premesse culturali dell’ “utente tipo” una posizione di rilievo. Appare forse più chiaro ora, in virtù di questa visione “allargata”, il perché della collocazione di questo lavoro di tesi nell’area del design. Più che nell’ambito del design questo si colloca nell’ambito di alcune discipline, di più recente teorizzazione rispetto all’Industrial design, che hanno finito per costituire veri e propri settori del design: il Sound design e il Corporate design. Sound design e corporate design non sono semplicemente aree disciplinari in cui questo scritto si inscrive. Cercheremo di vedere in che modo i due ambiti possono fondersi, in che modo il sound designer può collaborare alla progettazione e alla creazione di una corporate identity, che diviene così sound identity, un’identità sonora di marca o d’azienda. E’ chiaro che una trattazione lineare non si sarebbe ben adattata ad un simile argomento. Stiamo affrontando i territori propri del design, della progettazione, e una delle prime cose che bisogna abbandonare nella progettazione è la rigidità della struttura di pensiero ordinata e causale. Diretta conseguenza di ciò il fatto che alcune intuizioni, alla base del progetto saranno portate avanti sino alla fine, altre invece le vediamo cadere, e siamo costretti a sbarazzarcene lungo il percorso. Altre ancora potranno sembrare punti di arrivo, ma non sono altro che spunti per la nascita di nuove idee.Altre idee invece prenderanno la forma solo di conoscenza da condividere affinché tutto il lavoro risulti maggiormente intellegibile. Risulta difficile, se non impossibile, per quanto appena detto, strutturare un simile lavoro secondo un “prima” o un “poi”, secondo nessi causali e consequenziali. Ed è per questo che questo lavoro di tesi va letto come una totalità composta da singole parti indipendenti le une dalle altre, ma che insieme costituiscono una sorta di gestalt, una forma che non è semplice somma delle diverse parti che la compongono. I singoli capitoli, le singole parti godono quindi di una certa autonomia rispetto a quelli che precedono o seguono, lasciarne da parte qualcuno non impedirà o ostacolerà la comprensione del resto, così come ogni capitolo può essere letto indipendentemente dagli altri, magari per approfondire singoli aspetti. Insomma, come tessere di un mosaico, le diverse parti potrebbero essere “asportate” e comporre altre “figure” in altri contesti, oppure affiancate, composte ed osservate insieme, in modo da avere chiara la nostra idea, ovvero la creazione dell’immagine sonora.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE  Perché design?  Il concetto di design è un concetto in continua evoluzione. Anche il solo fatto di riuscirne a dare una definizione precisa risulta difficoltoso, vista l’estensione del suo raggio di azione. Più che una definizione cercheremo quindi di dare una descrizione del concetto di design, delle sue modalità e prassi. Costituiscono il design l'insieme delle attività di ricerca, ideazione e progettazione, tesi alla realizzazione di un prodotto, un oggetto, non necessariamente materiale. Al centro del processo di progettazione vi è linguaggio del prodotto. Il progetto diviene quindi progetto formale, non tecnico, uno schema, pensato con il fine di “realizzare qualcosa”, una forma percepibile attraverso i sensi. Secondo questa visione, il campo d’azione del design dovrebbe includere tutti i processi che hanno a che fare con la progettazione di “oggetti sensoriali”, esperibili con uno, o più, dei sensi a nostra disposizione. Ma c’è di più. Il design è capace non solo di produrre realtà materiali, ma anche di adempiere a funzioni comunicative. La progettazione formale può essere così considerata come un lavoro sui significati con la conseguenza che divengono 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brand image
comunicazione
logosound
marchio sonoro
musica
sound branding
sound design
suono

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi