Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione energetica degli edifici nell'ambito del sistema di certificazione Leed

La ricerca di una metodologia in grado di “giudicare” energeticamente il comportamento di un sistema “edificio – impianto” ha motivato molti ricercatori, centri di ricerca, università ecc. a proporre metodologie diverse e intraprendendo, in alcuni casi per proprio conto, vere e proprie “campagne di certificazione energetica” degli edifici. Se da una parte a tutte queste azioni va riconosciuto il merito di aver aumentato la sensibilità verso un argomento cosi importante, dall’altra la rigorosità della tecnica impone una attenta verifica, in primo luogo sui principi che sono alla base delle diverse soluzioni. Sono proprio questi principi che hanno spinto il mio studio all’approfondimento di alcuni argomenti come il sistema “edificio – impianto”, le normative di riferimento a livello europeo, statale e sulla certificazione energetica degli edifici.
Nello sviluppo della parte iniziale della tesi, mi sono dedicato all’aspetto normativo (quello Italiano) riassumendo i contenuti più importanti delle varie normative a cominciare dalla prima legge n. 373/1976 fino al famoso D.lgs. 192/2005, quest’ultimo corretto e integrato nel D.Lgs. 311 del 2 febbraio del 2007.
Nella seconda parte ho effettuato dei calcoli (calcoli che ho effettuato mediante delle tabelle utilizzando il foglio di lavoro excel) applicando la metodologia di calcolo richiesta dalla legge n. 10/1991 secondo il D.P.R. n. 412 su un edificio reale. Ho calcolato e riportato, tra le altre, il calcolo del “FEN” e del “Rendimento Globale Medio Stagionale” per l’edificio in questione.

Lo sviluppo della terza parte della tesi riguarda il sistema Americano di certificazione degli edifici, LEED ovvero Leadership in Energy and Environmental Design, e della normativa ASHRAE di riferimento, basandomi sul lavoro svolto preso il Distretto Tecnologico Trentino.
Per questa terza parte, era prevista anche la simulazione dell’edificio in questione (già simulato con la legge n. 10/1991) con il programma eQUEST certificato dagli appositi enti Americani in materia di Energia. Questa simulazione deve servire per fare un confronto fra due sistemi di certificazione degli edifici, da una parte il sistema di valutazione LEED e dall’altra il D.Lgs. 192 come modificato dal D.Lgs. 311.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione La realizzazione di questa tesi prende il via dal lavoro svolto nel periodo di tempo che va dal 05/05/2008 al periodo 31/07/2008 presso il Consorzio Distretto Tecnologico Trentino Soc. cons. r.l. con sede a Rovereto in Via Fortunato Zeni, 8. Il distretto fa parte all’interno del Distretto Energia e Ambiente, conosciuto come Habitech, riconosciuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca. Habitech è il progetto che si propone di riqualificare il Trentino come polo di eccellenza per il GREEN TECHNOLOGY e come punto di riferimento per soggetti privati e pubblici – locali, nazionali e internazionali. Il consorzio è stato anche il promotore per la creazione di GBC Italia che è un’associazione non – profit d’imprese, studi professionali associati, amministrazioni pubbliche, università, associazioni che intendono favorire lo sviluppo dell’edilizia sostenibile. Il GBC Italia ha scelto LEED perché oltre ad essere lo standard de facto usato da imprese private e amministrazioni pubbliche negli Stati Uniti, esso sta diventando il riferimento riconosciuto a livello nazionale per la progettazione, costruzione e gestione di edifici sostenibili ad elevate prestazioni. Il sistema di valutazione a punteggio LEED è il modello di certificazione Ambientale Americano ed è operativo negli Stati Uniti sin dal 1999 ed adottato da poco tempo dalla Provincia di Trento. L’attività di tirocinio riguardava lo studio del sistema di valutazione a punteggio LEED (ovvero Leadership in Energy & Environmental Design). L’obiettivo dello stage si basava sullo studio del sistema di valutazione LEED (in particolare la sezione che riguarda “Energia e Atmosfera”) e sulla possibilità d’applicazione del programma di simulazione eQUEST (programma necessario, richiesto da LEED per l’ottenimento del punteggio appartenente alla sezione Energia e Atmosfera) ad un caso reale d’edificio. La ricerca di una metodologia in grado di “giudicare” energeticamente il comportamento di un sistema “edificio – impianto” ha motivato molti ricercatori, centri di ricerca, università ecc. a proporre metodologie diverse e intraprendendo, in alcuni casi per proprio conto, vere e proprie “campagne di certificazione energetica” degli edifici. Se da una parte a tutte queste azioni va riconosciuto il merito di aver aumentato la sensibilità verso un argomento cosi importante, dall’altra la rigorosità della tecnica impone una attenta verifica, in primo luogo sui principi che sono alla base delle diverse soluzioni. Sono proprio questi principi che hanno spinto il mio studio all’approfondimento di alcuni argomenti come il sistema “edificio – impianto”, le normative di riferimento a livello europeo, statale e sulla certificazione energetica degli edifici. Nello sviluppo della parte iniziale della tesi, mi sono dedicato all’aspetto normativo (quello Italiano) riassumendo i contenuti più importanti delle varie normative a cominciare dalla prima legge n. 373/1976 fino al famoso D.lgs. 192/2005, quest’ultimo corretto e integrato nel D.Lgs. 311 del 2 febbraio del 2007. Nella seconda parte ho effettuato dei calcoli (calcoli che ho effettuato mediante delle tabelle utilizzando il foglio di lavoro excel) applicando la metodologia di calcolo richiesta dalla legge n. 10/1991 secondo il D.P.R. n. 412 su un edificio reale. Ho calcolato e riportato, tra le altre, il calcolo del “FEN” e del “Rendimento Globale Medio Stagionale” per l’edificio in questione. Lo sviluppo della terza parte della tesi riguarda il sistema Americano di certificazione degli edifici, LEED ovvero Leadership in Energy and Environmental Design, e della normativa ASHRAE di riferimento, basandomi sul lavoro svolto preso il Distretto Tecnologico Trentino. Per questa terza parte, era prevista anche la simulazione dell’edificio in questione (già simulato con la legge n. 10/1991) con il programma eQUEST certificato dagli appositi enti Americani in materia di Energia. Questa simulazione deve servire per fare un confronto fra due sistemi di certificazione degli edifici, da una parte il sistema di valutazione LEED e dall’altra il D.Lgs. 192 come modificato dal D.Lgs. 311. Quest’ultimo non ha avuto esito positivo per i motivi che ho riportato nelle conclusioni finali della tesi.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Dorian Vito Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2647 click dal 31/08/2009.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.