Skip to content

Marketing politico nel web 2.0

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Cezza
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Marketing e gestione delle imprese
  Relatore: Stefano Micelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

Io penso che in un futuro non troppo prossimo la presenza di candidati politici nel web, ed in particolare nel 2.0, con tutti i suoi pregi, sarà determinante per raccogliere il consenso necessario per raggiungere un risultato positivo.
Attualmente non è ancora possibile dire che tale strumento sia stato necessario per la vittoria di un qualche candidato, ma i segnali sono tutti rivolti verso questo nuovo strumento a disposizione della politica per “catturare” quel target giovanile che più sfugge al marketing politico tradizionale, con la cartellonistica, il volantinaggio, ecc.
Probabilmente le elezioni nelle quali è stato maggiormente presente tale fenomeno sono state le ultime presidenziali francesi svoltesi, per quanto riguarda il primo turno, il 22 aprile 2007; mentre il ballottaggio è stato il 6 maggio del 2007.
Caratteristico è il fatto che i due contendenti che si sono scontrati al secondo turno, Nicolas Sarkozy e Segolen sono anche quelli che avevano maggiormente puntato su una massiccia presenza sul web e sui motori di ricerca.
In particolare Sarkozy ha offerto a tutti la possibilità di aprire un blog garantendo egli stesso la tecnologia, in modo che poi le persone avrebbero portato attraverso il passaparola, motore di internet, ad un arricchimento della comunità, sia sottoforma di numero di elettori, che di idee; insomma una blogosfera supportata dallo stesso futuro presidente della repubblica francese.
Sarkozy ha insomma capito che il dibattito si sta ormai spostando sul mondo virtuale, il quale è capace di attirare quei giovani che sono lontani dalle sezioni dei partiti tradizionali.
Un’ulteriore novità è stata la possibilità offerta ai militanti di partecipare ad un p2p che permetteva lo scambio di file video e musicali riguardanti naturalmente i temi cari ad i conservatori.
Infine è stato lanciato addirittura un concorso, sempre in stile web 2.0, che prevedeva la realizzazione di video podcast, dal titolo “Internet, cellulari, le nuove forme della militanza politica"; i video erano giudicati dagli stessi navigatori ed i premi erano naturalmente gadget tecnologici.
La strategia di Sarkozy è sempre stata improntata al web, basti pensare che nel 2005, finì al centro delle polemiche perché mentre le banlieux parigine erano messe a ferro e a fuoco dalla seconda generazione di immigrati acquistò su Google tutte le parole finalizzate alla ricerca del fatto di attualità, con il risultato che cercando sul famoso motore di ricerca la parola “periferia” oppure “guerriglia” al primo posto si trovava il sito dell’allora ministro dell’interno.
E’ stato calcolato che grazie a questi strumenti durante le elezioni, sul sito dell’attuale ministro della repubblica francese sono transitati oltre 40.000 persone al giorno; un risultato che fa riflettere sulle capacità del web 2.0 di risultare determinante in un prossimo futuro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La scelta di trattare un tema incentrato sul rapporto tra la politica ed il web è dovuto innanzitutto al fascino della politica e della sua capacità di essere permeante nella società, ma anche della situazione di grandi mutamenti che stiamo vivendo in tale settore causati dalla presenza del web oramai nelle case di tutte le famiglie, ed in particolare del web 2.0, caratterizzato per la sua capacità interattiva. In questo contesto stanno nascendo numerosi siti politici che rispettano i dettami del web 2.0 in particolare per riuscire a “catturare” quella parte di giovani elettori che stanno maturando in questi anni di difficoltà e di crisi dei valori, un senso di avversità verso le istituzioni; ed è proprio dopo aver visionato tali siti che è nata in me la decisione di affrontare questo argomento di tesi non convenzionale e di non facile elaborazione anche a causa del rischio di schierarsi con una fazione politica rispetto che con un’altra. Credo di essere stato nella mia analisi il più neutrale possibile e spero che tale settore assuma nel tempo sempre maggiore importanza portando in tal modo ad avvicinare la politica alle persone. 6

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing in politica
marketing politico
web e politica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi