Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La qualità ed i suoi costi nell'ambito della gestione d'impresa

Questa tesi, dopo aver delineato il concetto di qualità, ne descrive il percorso evolutivo e l'evoluzione dei modelli gestionali di riferimento con evidenziazione delle più importanti scuole di pensiero (juran, Crosby, Deming, Feigenbum). Nella seconda parte vengono descritti e classificati i costi diretti e indiretti relativi alla non-qualità in azienda che hanno permesso di arrivare all'implementazione di un sistema di gestione e riduzione dei costi della non-qualità

Mostra/Nascondi contenuto.
8 PREMESSA Il concetto di qualità dei prodotti e dei processi aziendali ha da sempre suscitato un certo interesse sia nel mondo imprenditoriale che accademico ed è per questo motivo che è oggetto di studio. In generale, la qualità è un “modo di essere” della realtà, tuttavia, essendo utilizzata in ambito economico-aziendale è interessante capire, in particolare, il significato che essa assume nell’unità economica aziendale. Sul piano storico, il concetto di qualità ha subito un profondo cambiamento, ritenuto infatti una scoperta della produzione industriale di massa, esso in realtà corrisponde al pensare e al sentire delle persone che, permettono di richiamare quella che è l’origine etimologica del termine, lo identificano infatti con le caratteristiche o proprietà peculiari e positive di un determinato oggetto o di una persona. Il concetto di qualità è infatti di per sé un elemento positivo che evoca immagini e sensazioni di completezza, armonia e di valore. Nel linguaggio comune è da sempre utilizzato per indicare un “livello elevato di eccellenza”, un “valore di massima positività” riferibile a uno o più degli aspetti che riguardano in qualche modo le nostre esigenze del vivere e dell’operare. L’evoluzione ed il progresso tecnologico hanno tuttavia sempre di più diversificato le esigenze e le aspettative del consumatore, ciò ha inevitabilmente condotto ad un progressivo cambiamento di significato del termine qualità; nel corso del suo sviluppo questo concetto è stato applicato dapprima ai prodotti materiali, quindi ai processi produttivi , poi ai servizi ed infine è stato esteso a tutta l’organizzazione ; ha assunto significati diversi e progressivamente più ampi fino a quello che lo identifica con un approccio culturale e organizzativo che li comprende tutti presentandosi, appunto, come “totale”. La qualità oggi sembra essere sempre più considerata come uno strumento atto a migliorare le relazioni all'interno della struttura organizzativa e all'esterno con i fornitori, i clienti ed i numerosi stakeholders che mostrano interesse nei confronti

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Anna Agoglia Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1968 click dal 03/09/2009.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.