Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'individuo e la società giapponese attraverso il cinema di Akira Kurosawa

La tesi tratta il rapporto tra il cinema di Akira Kurosawa degli anni 40 e le profonde ripercussioni sulla popolazione giapponese causate da numerosi cambiamento storici: il regime militarista e la Seconda Guerra Mondiale. La tesi analizza in particolare la prima produzione di Kurosawa, da "Spirito più Elevato" a "Cane Randagio".

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Prefazione La seguente tesi affronta un argomento molto vasto e ramificato: l'evoluzione della cultura giapponese e il modo di concepire l'individuo attraverso il cinema di Akira Kurosawa degli anni '40. L'intenzione iniziale era quella di scrivere una tesi che fosse rappresentativa di un campo di studi, quello sul cinema giapponese, che in Italia non trova ad oggi molti riscontri. La scelta di analizzare le opere di Kurosawa è dovuta prima di tutto alla sua rappresentatività come regista e portavoce culturale, ma non solo: il cinema di Kurosawa può essere considerato come un punto d'incontro tra la cultura occidentale e quella orientale, tra due mondi lontani e due diverse idee di concepire l'arte filmica. Kurosawa nacque nel 1910, alla fine dell'epoca Meiji, l'epoca della protesta sociale tra le due guerre e di intenso nazionalismo e lotta contro l'Occidente, ma anche di rapida crescita economica. Kurosawa ebbe a che fare con la contraddizione fondamentale di quell'epoca: le relazioni tra l'Occidente e l'Oriente, in particolare la tensione tra l'identità culturale giapponese e la modernizzazione politica ed economica. È stato necessario circoscrivere la grande produzione di Kurosawa ai suoi primi film – le opere considerate rientrano nel decennio degli anni '40- a causa di più fattori: primo, il percorso svolto attraverso questi film rientra a pieno titolo nel campo di studi cinematografici approfondito nel corso degli anni di studio universitario; secondo, volendo rappresentare Kurosawa come regista simbolo di un paese, ho ritenuto opportuno mostrare le origini della sua poetica e da quali presupposti storici è nata la sua carriera; infine, i film degli anni '40 sottolineano un passaggio ideologico importante in quello che i critici chiamano "l'umanesimo" di Kurosawa, ovvero la transizione ideologica dal periodo marxista e comunitario di Spirito più Elevato all'individualismo di Cane Randagio. Coinvolto in una ricerca generazionale di identità, portata alla luce dalla sua forma estetica, Kurosawa arrivò a costruire l’occidente secondo la sua maniera: visivamente, definendo una particolare relazione stilistica con il cinema di Hollywood; narrativamente, creando copioni dove le crisi sociali sono ritratte come l’apertura a una serie di scelte che rendono un individuo autonomo; e socialmente, portando gli

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Michela Migliora Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2018 click dal 03/09/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.