Skip to content

Proprietà e fabbricazione dei vetri stratificati

Informazioni tesi

  Autore: Simone Bistolfi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Politecnico di Milano
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria meccanica
  Relatore: Marco Virginio Boniardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

La tesi discute le proprietà e il processo di fabbricazione dei vetri stratificati. E’ divisa in tre capitoli: nel primo è stato trattato la storia del vetro, nel secondo capitolo sono state studiate le proprietà del vetro monolitico, soffermandosi in modo dettagliato sull’aspetto produttivo, in quanto influisce in maniera sensibile sulle proprietà e sulle prestazioni del prodotto. Nel terzo capitolo si sono esaminate le proprietà dei vetri stratificati (anticrimine, antivandalismo, antiproiettile) e si è studiato in modo accurato il processo di stratificazione, portando l’esempio concreto di un processo industriale.
Nella seconda parte della tesi si sono analizzate le prove meccaniche da eseguire per certificare le proprietà desiderate, dalla proprietà d’alta temperatura a quella balistica, dal test Pummel alla prova d’urto.
Infine sono riportate delle applicazioni tipiche: vetri stratificati resistenti al fuoco, applicazioni strutturali e applicazioni estetiche. Inoltre, nella tesi vi è anche una ricerca sugli intercalari di ultima generazione (EVA, PDLC e SentryGlas).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 4 - CAPITOLO 1: PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL VETRO ANTICHITA’: Il vetro fece la sua comparsa in Medio Oriente fra il 3500 e il 3000 a.C.. I primi oggetti realizzati in vetro furono grani per collane, mentre recipienti concavi non apparvero prima del 1500 a.C., che venivano intagliati da blocchi di materiale solido, o si potevano imitare le procedure della lavorazione dei metalli versando il vetro fuso in appositi stampi. EGIZI: Le basi per l’industria vetraria furono gettate in Egitto da artigiani asiatici, che produssero le prime coppe e ampolle. Gran parte della produzione vetraria preromana fu realizzata colando il vetro a caldo su forme di materiale friabile (es. argilla), che venivano poi distrutte. L’attivit vetraria fu fiorente in Egitto e in Mesopotamia fino al 1200 a.C., quando scomparve quasi del tutto per parecchi secoli. IMPERO ROMANO: Soltanto nel IX secolo a.C. la fabbricazione di oggetti in vetro fu ripresa, soprattutto in Siria e Mesopotamia, da dove l’industria si diffuse in tutto il bacino del Mediterraneo. Durante l’epoca ellenistica fu invece l’Egitto, grazie alle vetrerie di Alessandria, ad affermarsi quale maggior fornitore di preziosi oggetti in vetro per le corti reali. La rivoluzionaria tecnica della soffiatura, inventata sulla costa fenicia nel I secolo a.C., permise un’ampia diffusione del materiale e delle tecniche in tutti i vasti territori dell’Impero Romano. La soffiatura, tecnica piø rapida ed economica, si diffuse in tutto l’Impero, sostituendosi gradualmente ai metodi piø antichi; essa mise in rilievo le caratteristiche di trasparenza e leggerezza del materiale, determinando attorno al I secolo d.C. il predominio del vetro trasparente su quello colorato. La nuova tecnica consent inoltre la produzione in serie degli oggetti in vetro e trasform quest’ultimo da bene di lusso a genere d uso quotidiano. MEDIOEVO: Sotto l’impulso della Chiesa l’arte vetraria medievale svilupp due rami molto importanti: il vetro per mosaici nei paesi mediterranei e il vetro colorato usato per le vetrate nell’Europa settentrionale. Le informazioni sulla produzione di vetro colorato anteriore al XIV secolo sono per molto scarse e i primi esempi noti risalgono all’Alto Medioevo, ma la vera epoca di splendore di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fabbricazione vetri antiproiettile
fabbricazione vetri stratificati
fabbricazione vetro
proprietà vetri antiproiettile
proprietà vetri antivandalismo
proprietà vetri stratificati
proprietà vetro
prove meccaniche vetri antiproiettile
prove meccaniche vetri antivandalismo
vetri stratificati

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi