Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilità dell'istruttore e dell'accompagnatore subacqueo

La tesi inizia con un'introduzione storica nella quale si spiegano le origini e gli sviluppi dell'attività subacquea e successivamente si danno le definizioni di chi sono i subacquei e in che cosa consiste la loro attività. Vengono analizzate le didattiche esistenti nel settore, sottolineando le peculiarità di ciascuna.
Nel capitolo 2 si enunciano i principi della responsabilità giuridica: da una distinzione generale tra responsabilità civile e penale si passa ad un'analisi di quella contrattuale ed extracontrattuale, enunciandone principi, differenze e concorso; infine si spiega anche quella oggettiva.
Il capitolo 3 è dedicato alla regolamentazione legislativa che disciplina l'attività subacquea: in particolare leggi regionali, ordinanze delle capitanerie di porto e norme UNI EN.
Il capitolo 4 è la parte centrale della tesi ed è dedicato all'attività dei professionisti subacquei: responsabilità e obblighi della guida e dxell'istruttore, differenze tra le due attività, rapporti con gli allievi o partecipanti all'immersione, possibilità di tutela, la copertura assicurativa.
Infine vengono fatte delle considerazioni generali e vengono presentate delle idee per potenziali progetti futuri.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 La subacquea “..guardando il mare sentivo di violare l’intimità di questo mondo sommerso, una sensazione che ho sempre provato in ogni immersione. Sotto di me si apriva un paesaggio popolato da piccoli pesci e abitato da un’infinità di alghe nere, di ricci di mare e di piccoli fiori come le alghe bianche. La sabbia declinava verso un blu limpido e senza confini. La luce del sole era così forte da indurmi ad abbassare gli occhi. Con le braccia lungo i fianchi, ho cominciato a pinneggiare debolmente verso il basso, acquistando sempre più velocità e lasciando la spiaggia dietro di me. Ho smesso di pinneggiare e la velocità acquisita mi ha trascinato in un’affascinante zona di estrema calma.. ..dopo l’istante magico in cui i miei occhi si sono aperti nel mare, non mi è stato più possibile vedere, pensare, vivere come prima..” Ho deciso di introdurre la mia tesi con queste parole di Jacques-Yves Cousteau, precursore della subacquea, pronunciate dopo la sua prima immersione nel 1943, per far capire a coloro che non conoscono la subacquea le emozioni che si provano tutte le volte che si pratica un’immersione. Scienziato, oceanografo, inventore, regista ed esploratore instancabile degli abissi marini, Cousteau è un uomo che si è sempre distinto per la grande libertà interiore, avendo sempre vissuto la sua vita assecondando i suoi desideri e le sue aspirazioni, a dispetto di tutto e delle eventuali difficoltà. § 1.1 - Storia e origini Fin dall’antichità, l’essere umano ha sviluppato particolari abilità e tecniche per nutrirsi e per potersi adattare alle risorse offerte dall’ambiente circostante, anche in 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Martina Feltrin Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1350 click dal 08/09/2009.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.