Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Geopolitica del Caucaso meridionale: il nodo del Nagorno-Karabakh

Nella tormentata regione del Caucaso ha avuto luogo, tra il 1988 ed il 1994, un sanguinoso conflitto tra Armenia ed Azerbaijan per il controllo del Nagorno-Karabakh, una regione autonoma in territorio azero, abitata prevalentemente da armeni.
La tesi si sofferma sugli elementi storici, politici, etnici ed economici che hanno influito sulle origini del conflitto, sulla sua evoluzione e sulla ancora non definita soluzione. L’inquadramento storico mette in rilievo il periodo della Repubblica Federale Socialista della Transcaucasia, lo sfaldamento dell’Unione sovietica e le vicende storico-politiche della Repubblica d’Armenia e della Repubblica d’Azerbaijan nel periodo pre e post Sovietivo.
Successivamente, il lavoro ricostruisce lo svolgersi degli eventi cha hanno condotto al confronto armato ed analizza le proposte di mediazione finora avanzate nelle sedi istituzionali.
La complessità del conflitto, mai risolto, nonostante il cessate il fuoco del 1994, ha richiesto un esame approfondito del ruolo degli altri Paesi, coinvolti a vario titolo e con differenti motivazioni nella questione , in particolare della Russia e della Turchia, ma anche degli Stati Uniti e della stessa Europa.
Infine, lo studio si addentra nello specifico dei contrapposti interessi geo-politici e geo-economici in gioco, tra cui, d’importanza fondamentale, il fattore petrolio che ha reso più complicato il quadro d’analisi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione La regione, che si estende tra il Mar Nero ed il Mar Caspio, si indica complessivamente col nome Caucaso, dal sistema montuoso che lo percorre da Nord-Ovest a Sud-Est. La zona a nord dello spartiacque del grande Caucaso costituisce la Ciscaucasia, mentre quella a sud si designa come Transcaucasia. Il Caucaso è una delle regioni più travagliate e tormentate del pianeta, a causa dei numerosi e sanguinosi conflitti di origine politica ed inter-etnica, che si sono sviluppati sul suo territorio. I fattori di instabilità politica presenti nel Caucaso, rimasti latenti per oltre 70 anni, sono esplosi con violenza dopo il collasso dell’Unione Sovietica. Russia, Georgia e Azerbaijan sono stati interessati da conflitti armati con movimenti separatisti rispettivamente in Cecenia, Abkhazia e Ossetia meridionale, Nagorno- Karabakh, per il cui conflitto irrisolto è stata utilizzata l’espressione “no peace – no war” ad indicare la situazione di stallo in cui versano tuttora i negoziati di pace avviati nel 1994. Il Nagorno-Karabakh, già provincia autonoma a maggioranza etnica armena all’interno della Repubblica Socialista Sovietica dell’Azerbaijan e oggi territorio conteso sotto il controllo dell’autoproclamata Repubblica del Nagorno-Karabakh (RNK) con capitale

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Domenico Ragni Contatta »

Composta da 63 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2045 click dal 16/09/2009.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.