Skip to content

I Sistemi Informativi Territoriali per l’individuazione delle aree vocate alla floricoltura in Basilicata

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Losurdo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi della Basilicata
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Vincenzo Candido
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

La presente tesi di laurea si inserisce in un più ampio progetto di ricerca nazionale denominato: “F.LO.R.ENER. - Florovivaismo: LOgistica e Risparmio ENERgetico”, che ha come finalità lo studio del settore floricolo italiano al fine di ottenere utili informazioni relativamente ai seguenti punti:
1. riduzione dei costi di produzione;
2. contenimento dei fabbisogni energetici;
3. compatibilità delle soluzioni tecnologiche con la qualità delle produzioni;
4. ottimizzazione degli aspetti logistici come fattori di competitività.

In particolare, l’attività scientifica è la scelta ponderata di siti, ricadenti nel territorio della Regione Basilicata, per l’insediamento di attività produttive adibite alla coltivazione di specie da fiore in serra, mediante l’implementazione ed utilizzo di una specifica procedura G.I.S. che, mediante operazioni di analisi spaziale e metodologie di geostatistica, a partire da informazioni orografiche e climatiche del territorio lucano possa consentire la realizzazione di una specifica Carta della potenzialità alla localizzazione di aree vocate alla floricoltura in serra.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Università degli Studi della Basilicata Dipartimento di Scienze dei Sistemi Colturali, Forestali e dell’Ambiente Sezione di Ortofloricoltura _______________________________________________________________________________________________________ _______________________________________________________________________________________________________ Tesi di Laurea Specialistica in Scienze e Tecnologie Agrarie “I Sistemi Informativi Territoriali per l’individuazione delle aree vocate alla floricoltura in Basilicata” _______________________________________________________________________________________________________________________________________________ pagina 3 1. INTRODUZIONE Le colture protette nel sistema agro-industriale italiano rivestono una notevole importanza economica per la loro ragguardevole estensione (oltre 40.000 ha, ISTAT, 2004) e per la produzione di prodotti orticoli freschi e di prodotti floricoli da destinare all’esportazione. I sistemi di protezione delle colture, diffusi in Italia su larga scala a partire dagli anni sessanta del XX secolo, comprendono mezzi di difesa di semplice realizzazione come protezioni per pianta singola, campane di carta, in film plastico, reti ombreggianti, reti antigrandine, reti frangivento, film pacciamanti etc., mezzi per la semiforzatura di tunnel piccoli, medi e grandi, ed apprestamenti per la forzatura vera e propria quali sono le serre. In particolare, le serre intese, come “sistemi agricoli controllati”, consentono di realizzare le condizioni ambientali ottimali per i processi produttivi vegetali nel rispetto della legge dei “fattori limitanti”; inoltre, l’apprestamento protetto consente di gestire elevati incrementi produttivi per unità di superficie e nel contempo offre la possibilità di programmare le produzioni in funzione delle richieste di mercato. Allo stato attuale i sistemi tecnologici impiegati nella regolazione dei parametri ambientali negli apprestamenti protetti sono fortemente diversificati e possono essere direttamente commisurati alle specifiche realtà tecnico-economiche delle aziende; si stima che in Italia il condizionamento riguardi circa il 30% delle serre. Vengono controllati principalmente la temperatura, l’umidità relativa, il contenuto di anidride carbonica dell’aria, la temperatura del terreno, l’intensità e la durata della luce, e solo negli impianti più moderni, si registra l’utilizzo di elaboratori elettronici nella gestione della serra e delle apparecchiature ivi presenti. Il controllo e la regolazione dei fattori climatici nei confronti dei processi colturali risulta più o meno impegnativo in termini tecnico-energetici, quanto più elevata è la differenza di ciascuno dei fattori da controllare, rispetto all’entità che lo stesso assume all’esterno dell’apprestamento. Le produzioni florovivaistiche appartengono ad un comparto agricolo tra i più globalizzati e, come tale, soggetto alle oscillazioni di un mercato mondiale che, per quanto regolamentato, è gradualmente orientato verso la liberalizzazione degli scambi con azioni sempre più a favore, tramite accordi multilaterali, dei Paesi in via di sviluppo. A riguardo l’Italia, come Paese membro dell’Unione Europea, è tenuta a determinare e a rispettare le Direttive comunitarie in materia, ma si trova a competere all’interno della stessa Unione, in particolare con Francia, Olanda e Belgio, in condizioni fortemente disomogenee non solo per gli aspetti tecnologici e organizzativi, ma anche per quelli fiscali, quelli legati alla segmentazione dell’offerta o, ancora, quelli conseguenti alla distanza geografica di determinate aree del Paese dai principali mercati esteri (Germania, Francia, Olanda, Svizzera, Regno Unito, etc.). Per le condizioni climatiche e per la tradizione culturale e professionale che la contraddistingue, l’Italia, tuttavia, detiene un ruolo significativo e riconosciuto in tale settore, ma che, in prospettiva, non potrà essere facilmente mantenuto vitale e competitivo se non si ricorrerà alla programmazione di obiettivi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi