Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Maggioranze politiche e sistemi elettorali. La recente riforma.

La questione della rappresentanza democratica e della governabilità del paese è di grande attualità.
All’improvviso e anche un po’ di sorpresa la maggioranza di governo ha avanzato una proposta di riforma del sistema elettorale elaborata dalla Commissione Affari Costituzionali e approvata dalla camera il 13.10.05 della quale si è discusso animatamente in questo periodo di fine legislatura e che, proprio in questi giorni, ha portato al cambiamento del sistema elettorale.
Il 14.12.05 è stata approvata anche dal senato con 160 sì, 119 no e 6 astenuti e il 22.12.05 il presidente della Repubblica l’ha promulgata. E’ stato così abrogato il sistema elettorale maggioritario adottato nel 1993. Dalla prossima primavera si voterà con un anomalo meccanismo proporzionale con premio di maggioranza.
Politicamente la proposta è stata criticata perché è caduta a fine legislatura, su iniziativa unilaterale della maggioranza e su un argomento sul quale il popolo italiano si è espresso 12 anni fa con un referendum dicendo NO ad un sistema proporzionale e SI ad una legge maggioritaria.
Per comprendere la nuova ed attuale legge elettorale il lavoro inizia con un analisi approfondita dei vari sistemi elettorali.

ALLA TESI è STATO RICONOSCITO IL PUNTEGGIO MASSIMO!!!

Mostra/Nascondi contenuto.
1. MAGGIORANZE POLITICHE E SISTEMI ELETTORALI. LA RECENTE RIFORMA Introduzione La questione della rappresentanza democratica e della governabilità del paese è di grande attualità. A fine legislatura, all’improvviso e un po’ a sorpresa la maggioranza di governo ha avanzato una proposta di riforma del sistema elettorale elaborata dalla Commissione Affari Costituzionali. Approvata dalla Camera il 13.10.05 e dal Senato il 14.12.05 con 160 sì, 119 no e 6 astenuti è divenuta la legge n. 270 con la promulgazione del presidente della Repubblica il 21.12.05 . E’ stato così abrogato il sistema elettorale maggioritario adottato nel 1993. Politicamente la proposta è stata criticata perché è caduta a fine legislatura, su iniziativa unilaterale della maggioranza e su un argomento sul quale il popolo italiano si è espresso 12 anni fa con un referendum dicendo NO ad un sistema proporzionale e SI ad una legge maggioritaria. La nuova legge entrata in vigore è praticamente insindacabile per i modi di accesso al giudice: le leggi elettorali sono praticamente sottratte al controllo di legittimità della Corte Costituzionale. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Cinzia Berto Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1096 click dal 18/09/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.