Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il difficile cammino dell'emancipazione femminile indiana

L'oggetto del mio lavoro è l'analisi della realtà problematica e svantaggiosa che le donne indiane, dalla tradizione ad oggi, si trovano a vivere giorno dopo giorno. Ora che l'India avanza inesorabilmente nel mercato internazionale e che le sue donne sempre più si fanno avanti in politica, come ahche nella letteratura, la situazione sembra migliorare anche se la tradizione maschilista e paternalista sembra essere ancora troppo forte per permettere una loro emancipazione vera e propria.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione In questo studio ho voluto analizzare la realtà problematica e svantaggiosa che le donne indiane, dalla tradizione ad oggi, si trovano a vivere giorno dopo giorno. Affrontare un argomento simile non è stato facile sia per la vastità dell’argomento stesso che per la difficoltà nella ricerca di testi che potessero meglio rappresentare la vita della popolazione femminile in India. Ho reputato utile rifarmi su romanzi scritti da donne indiane che in prima persona hanno vissuto ciò che raccontano senza però rendersi protagoniste della storia stessa. La vita dei personaggi narrata è lo specchio della vita reale dove ogni membro ha un proprio spazio, un ruolo preciso descritto minuziosamente. Il dio delle piccole cose di Arundhati Roy come anche La ragazza della biblioteca di Vishwapriya Iyengar mi hanno guidata in un viaggio interiore dove due piccole donne, attraverso i loro desideri, le loro speranze, la loro voglia di conoscere, mi hanno dato una limpida immagine dell’ambiente che le circonda. E’ stato però come prima cosa necessario documentarmi sulla storia del paese ed in ciò mi è stato utile Storia dell’India di M.G.Torri. Mi sono poi soffermata oltre che sull’aspetto storico, su quello sociale attraverso Il culto della donna nella tradizione indiana di Arturo Schwarz che mi ha aiutato ad analizzare il percorso seguito dalla donna nella società indiana a partire dal lontano Paleolitico. Il mutamento del ruolo femminile nella società si è dimostrato fondamentale nel determinare la percezione della donna da parte della società stessa: discriminazione, emarginazione e sottovalutazione sono emerse nel momento in cui l’apporto sociale femminile non era più in primo piano, nel momento in cui il contesto agricolo che le aveva viste protagoniste è stato sostituito da un mondo fatto di pastori guerrieri dove loro non erano più utili. Ho poi deposto la mia attenzione sulle discriminazioni a cui è soggetta la maggior parte della popolazione femminile in India facendo particolare attenzione agli ostacoli che si interpongono alla scolarizzazione che non limitano solo le donne ma l’intera società. L’istruzione, come il Premio Nobel Amartya Sen evidenzia sia in Lo sviluppo è libertà. Perché non c’è crescita senza democrazia che in La libertà individuale come impegno sociale, costituisce un fattore fondamentale di investimento per lo sviluppo dell’intero paese e permettere alle donne di studiare significherebbe permettere a tutto il Paese di crescere. Ho proseguito la mia analisi analizzando le altre forme di discriminazione a cui sono soggette le giovani donne quali quella inerente all’alimentazione e all’assenza di cure mediche. I dati del census of India e Le donne mancanti: il caso dell’India di Antonella Rondinone mi sono stati utili per meglio approfondire la causa della discrepanza numerica presente tra uomini e donne indiane legata anche, ma non solo, a riti ancestrali come ad esempio quello della sati. Ora che l’India avanza nel mercato internazionale e che le sue donne sempre più si fanno avanti in politica come anche nella letteratura, la situazione sembra migliorare ma la tradizione maschilista e paternalista è ancora troppo forte per permettere una loro emancipazione vera e propria. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Jessica Murgia Contatta »

Composta da 38 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4129 click dal 22/09/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.