Skip to content

Pubblicità d'avanguardia. L'arte fotografica applicata alla pubblicità: da Oliviero Toscani a Martin Parr

Informazioni tesi

  Autore: Sara Cipro
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Gianpiero Gamaleri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 58

"Pubblicità", fenomeno mediatico ridondante nella società moderna del consumismo e delle tendenze all'omologazione generale sotto la spinta delle dinamiche della globalizzazione. Durante il suo breve percorso evolutivo, la pubblicità ha giocato un ruolo fondamentale nell'ambito dei moderni mezzi di comunicazione. Per la sua stessa natura essa è stata, ed è ancora oggi, il punto di convergenza di discipline apparentemente inconciliabili. Per la stessa ragione la pubblicità si è adattata alle dinamiche del mercato e della comunicazione, interagendo con i settori più disparati e riuscendo in ogni caso a sperimentare nuove forme d'applicazione, che hanno via via definito il suo carattere di estrema versatilità. Gli ultimi venti anni del secolo scorso sono stati consacrati al connubio tra pubblicità e immagine. L'immagine ha così ottenuto un ruolo importante nei vari processi comunicativi. Ma è ancora più interessante osservare come la pubblicità si sia rinnovata ancora, divenendo, attraverso un sapiente utilizzo dell'immagine, ed in particolare dell'immagine fotografica, uno strumento di contestazione e denuncia sociale. Ne esiste un esempio eclatante nella produzione fotografica italiana (seppur noto ormai anche su scala internazionale): il caso di Oliviero Toscani. Il suo nome è stato per molto tempo associato a quello di un importante marchio d'abbigliamento italiano, che ha collaborto col fotografo nella ricerca di un'identittà specifica per il brand, riuscendo a creare un'identità dall'indiscusso valore simbolico, attraverso la scelta di campagne pubblicitarie dal forte impatto sociale. L'irriverenza dei soggeti scelti dall'artista, fa di Toscani e della Benetton i precursori di una pubblicità nuova, che ha sollevato molte polemiche e che proprio per questo risultato ha conquistato il riconoscimento di efficace strategia comunicativa. Questi due attori della moderna comunicazione hanno inoltre contribuito a ridefinire il ruolo dell'immagine nella pubblicità, in particolare imponendo a quest'ultima l'utilizzo della fotografia intesa come "arte pura". Un altro degli ormai numerosi esempi di fotografia pubblicitaria è quello relativo ai lavori di Martin Parr. In questo tipo di pubblicità si sfrutta il solo messaggio visivo, spogliato di ogni possibile componente verbale. Inoltre, così presentata, la pubblicità non reca in sè alcun segno visibile delle comuni strategie persuasive. Questo messaggio è proposto nella sua "forma originaria", senza le contaminazioni impiegate nei moderni modelli comunicativi. L'arte e la pubblicità si mescolano, e questo fatto può essere positivo nella misura in cui sia la seconda a beneficiare dei condizionamenti della prima. La contaminazione tra le forme d'arte, adattate alle tecnologie della nostra epoca, rappresenta uno degli aspetti più affascinanti della contemporaneità. Per questa ragione la pubblicità è una nuova forma d'arte, moderna e complessa, guidata non solo da imperativi economici, ma anche e soprattutto da fattori esterni, tendenze ed esigenze sociali, espresse dall'implicazione in tali rpocessi, di forme artistiche arricchite e adattate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE “Pubblicità”, fenomeno mediatico ridondante nella società moderna del consumo e delle tendenze all’omologazione generale, sotto la spinta delle dinamiche globalizzanti. Nel corso del suo processo di sviluppo relativamente breve, se si pensa che appena un secolo fa si espletavano le prime rudimentali forme di propaganda, la pubblicità ha sempre giocato il ruolo di protagonista sulla scena dei moderni strumenti di comunicazione mediatica. Nel corso del tempo e fino ai giorni nostri, la pubblicità è stata al centro di una serie di complessi processi, che ne hanno via via determinato il carattere multidimensionale. La questione della nascita della pubblicità conduce a due versioni egualmente valide, che coesistono. Se da un lato si considera valida la teoria secondo cui la pubblicità si espletava già nelle primordiali forme di vita e nei primi scambi commerciali, nell’accezione più moderna essa è invece intesa come un fenomeno estesosi a partire dalla Rivoluzione Industriale e dalla conseguente trasformazione dell’assetto economico. In tale contesto la produzione seriale di beni fa dello strumento pubblicitario, il principale mediatore tra consumatore e produttore, per soddisfare nuove esigenze e colmare gli spazi “macro” delle città che si sostituiscono ai piccoli centri. In ogni caso, la pubblicità si determina in relazione a contesti sociali e culturali, nonché a processi economici, da cui non può prescindere. La più semplice spiegazione del fenomeno pubblicitario richiama la sua funzione di proporre e consolidare l’immagine di un prodotto o di un’impresa, sottolineandone gli aspetti più vantaggiosi per il consumatore e rendendo l’oggetto in questione appetibile e desiderabile. Per quanto corretta, tale spiegazione non può esaurire la nozione di pubblicità moderna che, proprio per la multidimensionalità sopraccitata,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antropologia della fotografia
arte e pubblicità
benetton toscani
common sense 1999
comunicazione pubblicitaria
consumismo
contaminazione artistica
fotografia di moda
fotografia pubblicitaria
gilles lipovetsky
il mezzo è il messaggio
immagine e persuasione
marshall mcluhan
martin parr
messaggi subliminali
oliviero toscani
paradosso della felicità
provocare e trasgredire in pubblicità
pubblicità
pubblicità denuncia sociale
pubblicità e società
pubblicità fotografia
pubblicità pratica creativa
voyeurismo mediatico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi