Skip to content

Descrizione del progetto formativo di tirocinio didattico avvenuto presso la ditta Formenti di Formenti Piero nel periodo 02/05/2006 - 17/06/2006 dallo studente Monni Alberto

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Monni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Economia
  Corso: Amministrazione e Controllo
  Relatore: Silvia Bruzzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 16

Le 300 ore lavorative negli uffici della ditta Formenti sono state molto importanti per la comprensione dei numerosi aspetti commerciali e produttivi che un’azienda deve riuscire a sincronizzare per poter competere al meglio in un mercato instabile e ricco di concorrenti. Le dimensioni relativamente contenute dell’impresa permettono un contatto diretto da un lato tra direzione e controllo, e dall’altro tra direzione e produzione. La gestione degli ordini ai fornitori, non avendo ancora un programma informatico, avviene in maniera manuale, e viene monitorata da un continuo scambio di informazioni sulle riserve di magazzino tra gli operai che le movimentano e gli impiegati addetti al riordino. Solo la gestione delle conferme d’ordine può avvenire in modo del tutto indipendente tra i reparti, poiché il management già conosce le tempistiche di produzione e può di sua iniziativa accettare o rinviare una richiesta d’ordine; il concessionario invia cioè una richiesta d’ordine all’impresa, la quale a sua volta rinvia al richiedente l’accettazione dell’ordine indicando la data di probabile consegna: solo in quel momento l’ordine viene confermato e il battello inserito nel programma di produzione. Questo procedimento viene attuato dal management una volta conosciute le richieste di ogni rivenditore, ed osservando l’andamento nelle tempistiche di produzione.
La compilazione delle liste di carico, quei documenti che accompagnano il battello nella fase del trasporto indicandone le caratteristiche e gli optional inclusi, avviene semplicemente segnalando manualmente su una tabella prestampata le varie caratteristiche del battello, e questo compito viene svolto dagli impiegati in collaborazione con gli operai che ne danno la conferma. Tali liste di carico vanno poi inserite nel programma informatico “Esatto” per la registrazione delle relative bolle di trasporto; fornire la documentazione corretta per ogni tipo di consegna è un elemento importantissimo, che garantisce l’azienda contro eventuali danni o incidenti avvenuti durante il trasporto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Il settore di riferimento La Ditta Formenti di Formenti Piero ha sede a Motta Visconti ed opera da piø di 25 anni nel settore della nautica, producendo battelli pneumatici (meglio conosciuti come gommoni). Rientrano in questo segmento di mercato tutte quelle imbarcazioni da diporto con lunghezze che variano da circa 3 metri fino ad un massimo di 18 e che presentano la parte galleggiante costruita con tela gommata e gonfiata ad aria. La Ditta Formenti produce solamente modelli dai 4 agli 8 metri, in quanto sono quelli piø richiesti e che presentano meno rischi nella produzione (occupano minor spazio in capannone, sono piø facili nella movimentazione e consentono una produzione maggiore). Questo Ł un segmento che in Italia presenta da diversi anni un andamento molto florido, ma decisamente sensibile ad una serie di fattori politico-economici; infatti, occupandosi di un prodotto utilizzato soprattutto per il tempo libero e che quindi non soddisfa bisogni primari, tale segmento risente immediatamente delle regolamentazioni statali per il conseguimento ed il mantenimento della patente nautica; inoltre, la continua corsa al rialzo del prezzo del greggio non fa che scoraggiare i potenziali clienti all acquisto. Infatti il materiale con cui vengono prodotte queste imbarcazioni subisce delle lievitazioni di prezzo molto elevate, inesistenti invece nella produzione dei piø semplici motoscafi di vetroresina; la competizione che i produttori italiani di gommoni devono continuamente sostenere proviene quindi proprio dal segmento dei piccoli motoscafi, che a parit di dimensioni riescono a mantenere il prezzo leggermente piø contenuto (15% in meno secondo i listini aggiornati disponibili su riviste specializzate) grazie al diverso materiale di cui sono costituiti. Per le caratteristiche sin qui elencate Ł facile comprendere come il segmento nel quale la Ditta Formenti opera subisca un andamento molto irregolare di anno in anno; il piø rilevante fenomeno negativo che affligge il segmento da circa quattro anni Ł l aumento incontrollato del prezzo del petrolio; come contropartita per da due anni a questa parte ha iniziato a verificarsi un particolare fenomeno a vantaggio del segmento gommoni : parecchi possessori di motoscafi superiori ai 15 metri hanno percepito la necessit di passare ad un imbarcazione di dimensioni inferiori per ridurre i costi di mantenimento. Il cliente che prima era irraggiungibile per il mercato del gommone (oltre i 15 metri si trovano infatti in commercio pochissimi modelli di battelli pneumatici) diviene cos un potenziale cliente per questo mercato, che entra in competizione con i produttori di piccoli motoscafi di dimensioni comparabili. Questo fenomeno sta soprattutto ad indicare come l intero settore nautico sia direttamente collegato alla ricchezza della popolazione; questo Ł per un settore molto ampio che presenta delle nette divergenze tra i maxi-yachts e le imbarcazioni entry-level (quelle imbarcazioni che vengono normalmente acquistate da chi si avvicina per la prima volta al mondo della nautica, e che quindi sono di facile utilizzo, di costo relativamente contenuto sia nell acquisto che nella gestione); proprio su un quotidiano nazionale (Il Secolo XIX) Ł

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

progetto formativo
progetto formativo di tirocinio didattic
tirocinio didattico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi