Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione delle emozioni con il metodo di dinamica mentale

Le emozioni sono onnipresenti, si manifestano in una varietà di modi ed hanno la capacità di interagire con il funzionamento dell’organismo a tutti i livelli: neurologico, viscerale, cognitivo e comportamentale.
Non si può negare la potenza e l'influenza che esse esercitano su di noi, sulle nostre scelte, sui rapporti con gli altri, sulla nostra salute.
Per questo motivo, con questo elaborato si vuole approfondire la conoscenza delle emozioni, analizzando il punto di vista neurofisiologico, prendendo in considerazione i meccanismi cerebrali delle emozioni, esaminando le varie teorie, per comprendere meglio cosa sono.
Due correnti di pensiero contrapposte diedero forma nel passato a due teorie: la teoria periferica di James e la teoria centrale di Cannon, ma solo le recenti teorie cognitiviste sostengono che le varibili cognitive sono essenziali per le emozioni.
Secondo le teorie attuali, la risposta emozionale comprende:

1. una variazione nello stato generale di eccitazione (arousal) o di risposta di orientamento del soggetto;
2. una variazione dello stato di attivazione o nella disposizione tonica a rispondere;
3. una variazione dello stato di inibizione;
4. una manifestazione della tendenza all’azione tramite le espressioni facciali, l’intonazione della voce e i movimenti manifesti.

Proprio grazie a queste variazioni, le emozioni esprimono il carattere adattativo dei processi cognitivi, impegnati nel raggiungimento di scopi, che impiegano procedure di valutazione per accertare la rilevanza degli eventi rispetto agli scopi e una serie di programmi motori ed energetici per conseguire o ristabilire l’adattamento.
Da qui, quali possono essere i disturbi ad esse correlati
E’ emerso da numerose ricerche, che gli stati d’animo negativi influenzano i livelli di attenzione e di concentrazione abbassandoli in modo significativo, mentre l’elaborazione dell’informazione si deteriora. Recenti studi cognitivi su ansia e depressione hanno tentato di spiegare la natura di questa preoccupazione nei riguardi di eventi disturbanti, mettendo in luce le differenze tra soggetti emotivamente disturbati e soggetti di controllo nell’elaborazione di materiale a connotazione emotiva.
Quindi, attraverso lo sviluppo e l’utilizzo dell’intelligenza emotiva e di un’insieme coordinato di tecniche basato sul rilassamento, sulla visualizzazione creativa e sulla programmazione mentale, finalizzate all’autorealizzazione della persona, ossia il metodo di Dinamica Mentale Base, si dimostra come è possibile imparare a conoscerle per poterle gestire adeguatamente, superando difficoltà, realizzando progetti, conquistando il benessere, migliorando la qualità di vita in un progetto di sviluppo personale.

Université Européenne Jean Monnet
Association Internationale sans But Lucratif - Bruxelles – Belgique

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 6 INTRODUZIONE .... le emozioni sono ciò che lega il corpo e la mente nell'unità corpo/mente Candace B.Pert Le Emozioni sono la vita. Che cosa sarebbe la vita senza le emozioni ? Non si può negare la loro potenza e l'influenza che esse esercitano su di noi, sulle nostre scelte, sui rapporti con gli altri, sulla nostra salute. A volte ci fanno vivere bene e delle altre ci creano difficoltà. Per questo motivo, con questo mio elaborato intendo approfondire la conoscenza delle emozioni, analizzando il punto di vista neurofisiologico - prendendo quindi in considerazione i meccanismi cerebrali delle emozioni - ed esaminando le varie teorie, per comprendere meglio cosa sono, quali sono le loro funzioni e quali possono essere i disturbi ad esse correlati. Attraverso un’insieme coordinato di tecniche basato sul rilassamento, sulla visualizzazione creativa e sulla programmazione mentale finalizzate all’autorealizzazione della persona, ossia il metodo di Dinamica Mentale Base, è possibile imparare a conoscerle per poterle gestire adeguatamente.

Tesi di Master

Autore: Alessandra Smillovich Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2233 click dal 28/09/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.