Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Distinzione genetica e sistematica delle tre specie di lepri in Italia (Lepus corsicanus, Lepus europaeus, Lepus timidus)

In questo secolo l'areale della specie Lepus corsicanus (Lepre italica) ha subito una sostanziale contrazione accompagnata da una sensibile riduzione di densità delle popolazioni. Questo studio ci ha indicato che la Lepre italica deve essere considerata un importante endemismo italiano, la cui distribuzione si è fortemente ridotta negli ultimi decenni, a causa della caccia e della competizione con la Lepre europea, immessa per scopi venatori.
La conoscenza dello stato genetico delle popolazioni di Lepre italica e in particolare la certezza del suo isolamento riproduttivo dalla specie europea sono indispensabili per la realizzazione di piani di gestione e conservazione adeguati della specie nel territorio nazionale. L’applicazione della genetica della conservazione è risultata particolarmente utile per lo studio delle popolazioni di Lepre e ci ha permesso di ricostruire i rapporti filogenetici e sistematici delle tre specie italiane L. corsicanus, L. europaeus e L. timidus a partire dalle informazioni contenute nel codice genetico di ciascun individuo (DNA).
Gli obiettivi di questo studio di genetica di popolazioni sono:

- L’analisi del mtDNA per confermare le relazioni filogenetiche tra L. corsicanus e L. europaeus.

- Verificare l’assenza di fenomeni di ibridazione (e quindi di un eventuale flusso genico) tra le specie L. corsicanus e L. europaeus tramite l’utilizzo di 13 loci microsatelliti come markers molecolari.

- La messa a punto di un metodo di identificazione veloce per le specie L. corsicanus, L. europaeus e L. timidus tramite la localizzazione di SNPs (mutazioni nucleotidiche puntiformi) nel genoma nucleare di ognuna.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO PRIMO: INTRODUZIONE 1.1 INTRODUZIONE ALLA SPECIE 1.1.1 Sistematica Superordine: Glires. Ordine: Lagomorpha. Famiglia: Leporidae. Sottofamiglia: Leporinae. Genere: Lepus. Specie: Lepus corsicanus. La lepre italica (Lepus corsicanus) ? un mammi fero placentato appartenente alla famiglia dei Leporidi, compresa nell‟ordine dei Lagomorfi. I Lagomorfi hanno conservato molti caratteri primitivi e non hanno sviluppato particolari adattamenti morfologici e comportamentali differenziali tra le diverse specie, nonostante la loro origine molto antica (circa 55 milioni di anni fa) e l‟ampia distribuzione, che originariamente comprendeva le regioni Paleartica ed Etiopica e le Americhe. Attualmente essi sono presenti anche in Australia e Nuova Zelanda per recenti introduzioni. Sono animali terrestri e plantigradi, di dimensioni medie e forme slanciate, con testa piccola, occhi grandi e orecchie lunghe, zampe posteriori assai sviluppate atte alla corsa e al salto; gli arti anteriori sono muniti di cinque dita, quelli posteriori di quattro: Caratteristiche comuni sono la presenza di quattro incisivi privi di radici nella mascella superiore, di cui due anteriori pi? grandi e due posteriori pi? piccoli nascosti dai primi, e la mancanza di canini. Il regime alimentare essenzialmente vegetariano.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Chiara Mengoni Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 742 click dal 28/09/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.