Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ricchezza e povertà nel pensiero di Aristotele

La tesi si propone di analizzare il ruolo ricoperto dalla ricchezza e dalla poverta' nei diversi ambiti della teoria aristotelica, evidenziando gli effetti di tali condizioni nell'esistenza e mettendo in luce le rispettive implicazioni in ambito etico, politico e sociale.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il presente lavoro si propone di analizzare il ruolo ricoperto dalla ricchezza e dal suo opposto, la povertà, nei diversi ambiti della teoria aristotelica, evidenziando gli effetti di tali condizioni nell’esistenza e mettendo in luce le rispettive implicazioni in ambito etico, politico e sociale. Più in concreto, nel primo capitolo ci soffermeremo sulla nozione di felicità e di virtù, analizzando prima di tutto il significato di questi importanti concetti ed evidenziando il contributo che i beni esterni possono fornire a queste due componenti fondamentali dell’esistenza umana e della teoria aristotelica; dopo esserci interrogati su quale sia il vero fine per l’esistenza umana nel suo complesso, scartando man mano tutte le funzioni che l’essere umano condivide con gli altri animali e con le piante, giungeremo ad isolare la sua funzione specifica, la quale consiste in una attività di quella parte dell’anima umana che possiede la ragione. Giunti a questo punto potremo rendere ancora più precisa la nozione di felicità e soffermarci

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alessia Boggio Contatta »

Composta da 168 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1944 click dal 30/09/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.