Skip to content

I sistemi di gestione ambientale. L'approccio di un'azienda del comparto aerospaziale per la certificazione UNI EN ISO 14001

Informazioni tesi

  Autore: Gaetano Luongo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria meccanica
  Relatore: Antonino Squillace
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 150

L’obiettivo che si pone questa Tesi, svolta presso la O.M.I. S.r.l., sita nel comune di Lacedonia (AV), è l’adeguamento del preesistente Sistema di Gestione Ambientale (SGA), in modo tale da permettere all’Azienda il conseguimento della certificazione UNI EN ISO 14001:2004. L’implementazione di un Sistema di Gestione Ambientale, comporta la gestione, a carattere volontario, degli aspetti ambientali dell’Azienda, così da poterli affrontare, da un punto di vista legislativo, tecnico e organizzativo in modo sinergico, nell’ottica del miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali. La prima fase di analisi degli aspetti, degli impatti, delle performance ambientali e delle attività di controllo connesse, è comunemente chiamata Analisi Ambientale Iniziale e rappresenta il quadro di riferimento della situazione ambientale del sito, la fotografia iniziale dell’Azienda da cui partire per l’adeguamento del SGA al nuovo schema normativo. Gli impatti ambientali sono molto differenti da industria ad industria, a seconda del settore produttivo di pertinenza; in linea generale si chiamano aspetti ambientali diretti quelli sui quali un’azienda può avere un alto grado di controllo, quali:
- emissioni in atmosfera;
- scarichi idrici;
- consumi di energia;
- consumi idrici;
- utilizzo di materiali e prodotti;
- scarti di produzione;
- produzione e gestione dei rifiuti;
- trasporti;
- rumore.

La valutazione degli aspetti ambientali significativi indicherà dove i più importanti cambiamenti dovranno essere attuati. Nella definizione dell’Analisi Ambientale Iniziale, si deve però tenere conto del costo e dei tempi necessari per affrontare l’analisi ed ottenere la disponibilità di dati affidabili. A tal fine si possono utilizzare informazioni già in possesso (ad esempio, per i rifiuti il MUD, per i consumi di energia ed idrici le bollette, per le sostanze e preparati pericolosi e dannosi per l’ambiente inclusi nei processi di lavorazione le relative schede di sicurezza, … ), oppure effettuare degli accertamenti supplementari, attraverso analisi chimiche di laboratorio, monitoraggi ambientali relativi alle emissioni in aria, in acqua, nel suolo, o alla valutazione del rumore verso l’esterno.
L’identificazione e la descrizione degli aspetti ambientali significativi di un’azienda è il primo passo. Il fine è quello di ridurne gli effetti/impatti ambientali. Ci sono molte strategie attraverso le quali un’azienda può gestire problemi quali l’energia, l’acqua, i rifiuti, i trasporti, il controllo dei processi e degli acquisti. La difficoltà sta poi nell’identificare le misure interne da sviluppare nell’ottica del miglioramento continuo prevista dal Sistema di Gestione Ambientale. Gli aspetti ambientali indiretti sono invece quelli su cui l’azienda può esercitare solo un limitato controllo, e sono per lo più legati a fattori esterni all’azienda, come ad esempio la catena di fornitori. Dopo un breve cenno introduttivo sugli obiettivi e sul campo di applicazione dell’analisi ambientale iniziale, con definizioni e riferimenti normativi, inizia la parte dell’analisi ambientale vera e propria, partendo dall’analisi dello stato attuale e delle caratteristiche organizzative aziendali e della localizzazione ambientale del sito produttivo.
Successivamente si analizzano, attraverso la definizione di una opportuna cifra di significatività, gli aspetti che sono da ritenersi più significativi per l’impatto ambientale, come i consumi di acqua ed energia, l’utilizzo di materie prime e la produzione di rifiuti, l’utilizzo di sostanze pericolose, ecc.; molta attenzione viene posta soprattutto sugli impatti ambientali che derivano dall’impianto, quali emissioni atmosferiche, inquinamento acustico, ecc.
La parte successiva del caso applicativo è dedicata alla redazione del Manuale di Gestione Ambientale, descrittivo del sistema attuato in Azienda. Infine sono state definite Procedure Operative e Norme Interne inerenti gli aspetti ambientali individuati, in modo tale da fornire a tutto il personale delle istruzioni esaustive in merito allo svolgimento delle operazioni relative alle attività di produzione che possono impattare con l’ambiente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 – Impresa & Ambiente 1.1 Vincoli e Opportunità Nel corso degli ultimi decenni i problemi di inquinamento e di deterioramento delle risorse naturali si sono aggravati notevolmente. Ciò ha prodotto un’intensificazione delle iniziative di politica ambientale, sia a livello nazionale che internazionale, in quanto sono ormai evidenti da un lato la crisi del rapporto tra sviluppo e limitatezza delle risorse e dall’altro la necessità di perseguire il cosiddetto sviluppo sostenibile, ossia uno sviluppo in grado di garantire una certa qualità della vita ed il rispetto per le generazioni future. Fino a questo momento i pubblici poteri hanno privilegiato, un po’ ovunque e soprattutto in Italia, gli strumenti amministrativi di “comand and control” ossia l’utilizzo di norme di legge, per imporre determinati comportamenti e standard, seguite da meccanismi di controllo e sanzione. Nel nostro Paese la normativa in materia ambientale costituisce ormai per la maggior parte il recepimento di direttive comunitarie e si sta evolvendo in senso sempre più restrittivo e vincolante, mentre i controlli sono sempre più incisivi e le sanzioni sempre più pesanti. Per le imprese quindi crescono le difficoltà dovendosi adeguare ad una legislazione in continua evoluzione e spesso farraginosa, mal coordinata e di incerta interpretazione. La variabile ambiente sta diventando quindi sempre più importante e critica per l’impresa, anche di piccole e medie dimensioni, ai fini della sua competitività e della sua redditività mettendo a volte addirittura in 6

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

14001
ambiente
certificazione
impatti ambientali
manuale
norme interne
procedure operative
significatività
sistema gestione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi