Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modellizzazione ed impiego dei materiali piezoelettrici per lo smorzamento delle vibrazioni strutturali

Per smorzare le vibrazioni di una struttura aeronautica o spaziale, si ricorre sempre più spesso a sistemi attivi di smorzamento dinamico. In questo studio è stata modellizzata e sperimentata tale strategia, che è stata infine applicata sulla struttura di un satellite. È stato ottenuto un modello a parametri concentrati dell’elemento piezoelettrico che permette di effettuare analisi nel dominio della frequenza e nel dominio del tempo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Modellizzazione ed Impiego dei Materiali Piezoelettrici per lo Smorzamento delle Vibrazioni Strutturali. 9 SOMMARIO. Per smorzare le vibrazioni di una struttura aeronautica o spaziale, si ricorre sempre più spesso a sistemi attivi di smorzamento dinamico. In questo studio è stata modellizzata e sperimentata tale strategia, che è stata infine applicata sulla struttura di un satellite. È stato ottenuto un modello a parametri concentrati dell’elemento piezoelettrico che permette di effettuare analisi nel dominio della frequenza e nel dominio del tempo. 1. Utilità, metodi ed obiettivi. Negli anni recenti è stato riscontrato un crescente interesse nello studio di attuatori e sensori allo scopo di realizzare strutture in grado di adattare la loro forma in funzione dei carichi esterni e/o del loro stato di deformazione. Tali elementi attivi possono essere realizzati con i materiali piezoelettrici, ed in particolare con i piezoceramici. Gli elementi attivi piezoelettrici possiedono una capacità di funzionamento che è duale: sono in grado di generare una differenza di potenziale se sottoposti ad una forza meccanica (effetto piezoelettrico diretto) o, viceversa, di esercitare una forza meccanica se sottoposti ad un campo elettrico (effetto piezoelettrico inverso) [2]. Essi risultano facilmente applicabili alla struttura, sia incollandoli sulla superficie che annegandoli nella struttura stessa (installazione "embedded"). Vengono di seguito descritti i seguenti aspetti del lavoro di ricerca condotto: • utilità e scopi, • mezzi e metodi,

Tesi di Dottorato

Dipartimento: Scuola di Ingegneria Aerospaziale

Autore: Manuel De Benedetti Contatta »

Composta da 329 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1295 click dal 13/10/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.